Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.262,72
    -65,07 (-0,19%)
     
  • Nasdaq

    13.463,02
    +83,97 (+0,63%)
     
  • Nikkei 225

    28.406,84
    +582,01 (+2,09%)
     
  • EUR/USD

    1,2217
    +0,0061 (+0,50%)
     
  • BTC-EUR

    35.636,21
    +169,13 (+0,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.221,00
    -32,15 (-2,57%)
     
  • HANG SENG

    28.593,81
    +399,72 (+1,42%)
     
  • S&P 500

    4.162,40
    -0,89 (-0,02%)
     

Calcio, progetto Superlega non può andare avanti - Agnelli

di Simon Evans e Elvira Pollina
·1 minuto per la lettura
Alcuni fan espongono un cartello con scritto "created by the poor stolen by the rich"

di Simon Evans e Elvira Pollina

MANCHESTER, Inghilterra (Reuters) - Andrea Agnelli, fondatore della Superlega europea e presidente della Juventus, ha detto il progetto non può andare avanti, in seguito all'uscita di sei club inglesi.

In risposta a una domanda sulla possibilità di proseguire con il progetto anche dopo l'abbandono dei club della Premier League, Agnelli ha detto a Reuters: "Francamente e onestamente no, è evidente che non è possibile".

Dodici dei più importanti club calcistici europei hanno annunciato domenica scorsa la formazione di una nuova lega, ma dopo 48 ore di intense critiche e opposizione politica, ieri i sei club inglesi si sono ritirati dal progetto.

Agnelli ha detto di essere ancora convinto che il calcio europeo debba cambiare e di non avere rimpianti sui metodi adoperati nel tentativo di separazione dalla Champions League.

"Rimango convinto della bellezza di quel progetto", ha detto Agnelli, affermando che avrebbe creato il miglior campionato a livello mondiale.

"Ma evidentemente ... insomma, non penso che quel progetto sia ancora valido e operativo", ha aggiunto.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)