Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    24.294,17
    +100,30 (+0,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Caldo record fino a martedì, poi verso crollo termico

(Adnkronos) - Caronte si rinforza e torna prepotente su tutta l’Italia riportando 38-40°C diffusi, domenica anche a Roma. Il caldo sarà opprimente, asfissiante e decisamente insopportabile ma, almeno questa volta, vediamo la luce in fondo al tunnel. Speriamo sia confermata dalle prossime emissioni modellistiche, ma questa luce significa un calo delle temperature e addirittura anche delle piogge importanti.

Quando farà più fresco? Quando pioverà? Il giorno della svolta sembra essere mercoledì 6 luglio quando il probabile cedimento di Caronte favorirà un calo termico e temporali sparsi al Nord, anche in Pianura Padana. L’aria più fresca ed instabile in arrivo dall’Atlantico scivolerà poi verso il Centro nella giornata successiva e arriverà anche al Sud, dove potrebbe causare anche delle piogge persistenti. Il weekend tra l’8 ed il 10 luglio potrebbe essere addirittura caratterizzato da maltempo diffuso al Sud e su parte delle regioni del medio Adriatico.

Antonio Sanò, Direttore e Fondatore del sito www.iLMeteo.it , conferma la ‘scaldata’ repentina con Caronte anche al Nord, dopo i temporali degli ultimi giorni. Le temperature in Pianura Padana toccheranno i 38-39°C all’ombra fino a martedì, ovviamente anche con un alto tasso di umidità.

Al Centro ed al Sud, come è successo negli ultimi giorni, il termometro sfiorerà i 45°C o addirittura li oltrepasserà; e comunque non è una novità, nelle ultime settimane queste temperature tipiche del Maghreb si sono trasferite sul nostro meridione.

Ma il tunnel sembra quasi finito, la cappa asfissiante ci terrà prigionieri fino a metà della prossima settimana poi, come detto, potrebbe arrivare aria più fresca ed una perturbazione da Nord-Ovest; all’orizzonte sembra profilarsi anche la discesa di aria polare direttamente dalla Finlandia verso le nostre regioni adriatiche. Staremo a vedere, la situazione piatta e caldissima sembra sbloccarsi dal 6 luglio, speriamo senza fenomeni estremi.

NEL DETTAGLIO:

Venerdì 1. Al Nord: soleggiato e molto caldo con temporali sulle Alpi orientali. Al Centro: soleggiato e molto caldo. Al Sud: continua una fase decisamente rovente con picchi oltre i 40°C.

Sabato 2. Al Nord: soleggiato e molto caldo. Al Centro: sole e caldo intenso eccezionale con valori di nuovo sui 40°C. Al Sud: dominio di Caronte con solleone e caldo opprimente.

Domenica 3. Al Nord: soleggiato e molto caldo, qualche temporale di calore sulle Alpi. Al Centro: sole e caldo intenso eccezionale con valori sui 40°C. Al Sud: dominio di Caronte con solleone e caldo opprimente.

Tendenza. Caldo ad oltranza con temperature nordafricane e condizioni di disagio su tutta l’Italia almeno fino a martedì 5 Luglio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli