Italia markets open in 7 hours 31 minutes
  • Dow Jones

    29.926,94
    -346,96 (-1,15%)
     
  • Nasdaq

    11.073,31
    -75,29 (-0,68%)
     
  • Nikkei 225

    27.311,30
    +190,80 (+0,70%)
     
  • EUR/USD

    0,9797
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    20.356,36
    -368,42 (-1,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    456,11
    -7,01 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    18.012,15
    -75,85 (-0,42%)
     
  • S&P 500

    3.744,52
    -38,76 (-1,02%)
     

Borse Europa in calo guidate da Francia in settimana clou per banche centrali

Panoramica della Borsa di Francoforte

(Reuters) - La borsa francese guida i ribassi delle piazze europee, dopo che due importanti gruppi televisivi hanno abbandonato i loro piani di fusione, un inizio difficile di una settimana che potrebbe vedere un forte aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve e di una serie di altre riunioni delle banche centrali.

Alle 10,50 l'indice paneuropeo STOXX 600 perde lo 0,51%, mentre l'indice francese CAC 40 cede lo 0,94%. Entrambi gli indici hanno toccato i livelli più bassi degli ultimi due mesi.

Le azioni di TF1 perdono il 3,42% e quelle di M6 calano del 4,11% sulla scia del fallimento dei piani di fusione tra le due aziende.

L'indice blue-chip della zona euro perde lo 0,82%, con il gruppo francese del lusso Lvmh e il produttore di semiconduttori ASML che guidano le perdite.

I titoli tech, sensibili alle variazioni dei tassi, perdono lo 0,99% in vista della decisione del Federal Open Market Committee (Fomc) di mercoledì. La maggior parte degli operatori di mercato prevede che la banca centrale statunitense effettuerà il terzo rialzo consecutivo da 75 punti base.

La maggior parte delle banche che si riuniranno questa settimana - dalla Svizzera al Sudafrica - dovrebbe alzare i tassi, con i mercati divisi sulla possibilità che la Banca d'Inghilterra aumenti di 50 o 75 punti base.

La Borsa di Londra rimane chiusa oggi per i funerali di Stato della Regina Elisabetta.

Tra i singoli titoli, bene Volkswagen che guadagna lo 0,87% grazie alla valutazione di 75 miliardi di euro per il debutto in borsa di Porsche, in quella che sarà la seconda più grande Ipo della storia della Germania.

Le azioni Porsche Holding Se, principale azionista di Volkswagen, guadagnano il 2,54%, sovraperformando l'indice tedesco DAX.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)