Italia markets close in 6 hours 41 minutes
  • FTSE MIB

    25.047,70
    -248,70 (-0,98%)
     
  • Dow Jones

    35.144,31
    +82,76 (+0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.840,71
    +3,72 (+0,03%)
     
  • Nikkei 225

    27.970,22
    +136,93 (+0,49%)
     
  • Petrolio

    72,02
    +0,11 (+0,15%)
     
  • BTC-EUR

    31.655,00
    -940,77 (-2,89%)
     
  • CMC Crypto 200

    882,89
    -32,59 (-3,56%)
     
  • Oro

    1.795,90
    -3,30 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,1779
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.422,30
    +10,51 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    25.086,43
    -1.105,89 (-4,22%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.066,44
    -36,15 (-0,88%)
     
  • EUR/GBP

    0,8543
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0803
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4821
    +0,0014 (+0,10%)
     

Cambio EUR/USD: Ancora Pressione per l’Euro, il Baricentro è il Livello di 1,1880

·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD è rimasto sotto pressione nella prima sessioni di scambi settimanale di ieri, in attesa questa volta del discorso della Presidente della BCE Christine Lagarde atteso per il 22 Luglio 2021, in cui verranno rivelate le prossime mosse dopo la conclusione del PEPP per sostenere le economie dell’Eurozona.

La consapevolezza che la forward guidance sarà rivisitata, come annunciato dalla Presidente stessa, potrebbe generare un clima di più spiccata volatilità nel corso delle prossime giornate.

Per il momento, il cambio EUR/USD resta abbastanza stabile e stamattina alle ore 7:10 si trova a 1,1864 mentre l’indice del dollaro statunitense segna i 92,2 punti.

Prospettive generali sull’andamento del Fiber

Con il cambio EUR/USD ancora schiacciato verso il livello di 1,1850 o più in generale tra 1,1850 e 1,1880, le possibilità di un’impennata “spontanea” (causata esclusivamente da una sopravvenuta debolezza del biglietto verde) si riducono sensibilmente. La moneta unica necessita evidentemente di conquistare nuovamente la fiducia degli investitori e molto dipenderà questa settimana dai dati sull’inflazione, sulla produzione industriale e, come sempre, dagli aggiornamenti sui lockdown e le nuove chiusure.

Lo spettro di una nuova ondata causata dalla variante Delta del Covid-19 rischia infatti di rigettare l’Eurozona in un clima di forte incertezza, come accaduto fino a pochi mesi fa.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Passando alla vera e propria analisi tecnica, il prezzo dovrà innanzitutto misurarsi ancora una volta con la resistenza dal 30 Giugno a 1,1880 per tentare un rialzo verso la soglia psicologica di 1,19 e oltre.

Come già accennato nella scorsa analisi, per questa settimana non è da escludere un consolidamento tra 1,1850 e 1,19, ma il cambio EUR/USD potrebbe anche tentare il superamento di 1,19 per recuperare quota fino al livello intermedio di 1,1950.

Al ribasso, invece, scivolando sotto 1,1850 il prezzo potrebbe creare un nuovo canale ribassista e spingersi verso 1,18 o persino sotto questo livello, verso il supporto critico di 1,1770.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli