Italia markets open in 1 hour 59 minutes
  • Dow Jones

    34.033,67
    -265,63 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    14.039,68
    -33,22 (-0,24%)
     
  • Nikkei 225

    28.968,74
    -322,27 (-1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,2003
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    32.359,64
    -1.458,68 (-4,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    965,97
    -26,50 (-2,67%)
     
  • HANG SENG

    28.516,97
    +80,13 (+0,28%)
     
  • S&P 500

    4.223,70
    -22,89 (-0,54%)
     

Cambio EUR/USD: Attenzione ai Livelli di Supporto Sotto 1,2180

·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD ha ripreso la sua corsa partendo da un livello di 1,2190, vicino al supporto di breve termine di 1,2180 che ha permesso di frenare i ribassi della moneta unica dopo una settimana caratterizzata inizialmente da solidi rialzi e da una caduta sul finale.

Anche l’indice del dollaro statunitense si è mostrato abbastanza volatile, chiudendo la settimana in lieve rialzo sopra la resistenza di 90 punti.

Stamattina, alle ore 8:35, il cambio EUR/USD si trova a quota 1,2188.

I principali eventi macroeconimici della settimana per il cambio EUR/USD

La prima settimana di Giugno 2021 sarà abbastanza carica di dati macroeconimici. Per il dollaro statunitense, si parte domani con gli indici PMI manifatturieri e non manifatturieri, a cui farà seguito sul finire della settimana l’aggiornamento sulle richieste di sussidi di disoccupazione USA.

Inoltre, dopo i discorsi dei membri del FOMC, venerdì si attende un discorso del Presidente della Fed, Jerome Powell.

Per l’Eurozona, focus sui PMI in Italia, Spagna, Francia, e Germania e sui dati sull’inflazione negli Stati membri, a cui faranno seguito anche i dati sulle vendite al dettaglio e sulla disoccupazione in Germania e in Italia.

Nella fine della settimana, sempre venerdì, si attende anche un discorso di Christine Lagarde, Presidente della BCE.

Previsioni settimanali sul cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD si è contratto sul finire della scorsa settimana in seguito alle ipotesi di restringimento della politica monetaria USA.

Dal punto di vista tecnico, oltre al supporto di 1,2180 c’è quello di 1,2160 e il successivo a 1,2130, he potranno garantire un sostegno sufficiente al cambio EUR/USD in caso di nuovi crolli.

La prima resistenza settimanale da approcciare è quella sopra il livello psicologico di 1,22 che potrebbe abilitare un nuovo rialzo verso il valore intermedio di 1,2250 prima del raggiungimento del massimo di Maggio a 1,2266.

Il cambio EUR/USD nella sua fase rialzista non è riuscito a superare questo valore, poiché la resistenza a 1,23 risulta ancora proibitiva per una moneta unica ritemprata dalle prospettive di ripresa ma non abbastanza forte.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli