Italia markets close in 5 hours 56 minutes
  • FTSE MIB

    26.414,76
    +81,77 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.255,55
    +40,03 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    82,41
    -0,55 (-0,66%)
     
  • BTC-EUR

    55.047,42
    +1.222,11 (+2,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.482,78
    +19,42 (+1,33%)
     
  • Oro

    1.779,00
    +8,50 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,1628
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    26.136,02
    +348,81 (+1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.164,78
    -2,05 (-0,05%)
     
  • EUR/GBP

    0,8441
    +0,0009 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,4364
    -0,0012 (-0,08%)
     

Cambio EUR/USD: Deboli Stimoli Rialzisti, l’Obiettivo è il Ritorno Sopra 1,16

·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD ha avuto modo di riportarsi vicino al livello principale di resistenza a 1,16, dopo l’ultimo crollo che aveva spinto la moneta unica fino a 1,153.

Come noto, la pressione ribassista sull’euro è particolarmente accentuata in queste ultime settimane dalla solidità del dollaro statunitense. Le incertezze di investitori e analisti sulle possibilità di ripresa dell’economia dell’Eurozona non aiutano il cambio EUR/USD ad allontanarsi dagli ultimi minimi relativi raggiunti.

Precisamente, stamattina alle ore 10:10 il cambio EUR/USD si trova a 1,1575.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD sta avendo ancora difficoltà a portare a termine la correzione con il ritorno al livello di 1,16, dopo una lieve ripresa nelle scorse ore.

Il livello di prezzo fondamentale da monitorare per l’intera settimana sarà verosimilmente rappresentato dall’area di 1,16. Infatti, un test di resistenza compiuto con successo potrebbe permettere al cambio EUR/USD di proseguire il suo ritracciamento anche fino alla resistenza intermedia di 1,1650.

L’obiettivo bullish di breve termine, considerando il contesto macroeconomico molto complicato per l’Eurozona, potrebbe essere identificato con il ritorno al livello di 1,17 per questa settimana.

Al ribasso, invece, il supporto principale è rappresentato dal nuovo minimo di 1,1530 da cui il cambio EUR/USD ha avuto la forza di allontanarsi. Un ritorno a questo valore potrebbe portare la moneta unica a scivolare nuovamente anche verso il target di 1,15, ai valori di Marzo 2020.

Infine, in caso di consolidamento del prezzo senza particolari spunti rialzisti, il cambio EUR/USD potrebbe tentare di rimanere confinato sotto il livello di 1,16 per le prime sessioni di questa settimana.

Il calendario economico di oggi

Pochi dati di rilievo quest’oggi, con solo la produzione industriale italiana in grado di impattare, sempre in misura minore, sul cambio EUR/USD.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli