Italia markets close in 6 hours 13 minutes
  • FTSE MIB

    25.399,24
    +43,09 (+0,17%)
     
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • Petrolio

    70,52
    -0,04 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    31.880,90
    -764,46 (-2,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    923,85
    -19,59 (-2,08%)
     
  • Oro

    1.814,80
    +0,70 (+0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1860
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.140,61
    +22,66 (+0,55%)
     
  • EUR/GBP

    0,8510
    -0,0015 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0728
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4861
    -0,0009 (-0,06%)
     

Cambio EUR/USD: l’Euro in Forte Rimbalzo dopo le Parole di Powell (FED)

·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD è riuscito a riprendere quota e rimettersi in sicurezza sopra il livello di 1,18 dopo il grave crollo della vigilia. Adesso, la moneta unica ha recuperato il primo livello di resistenza e il rimbalzo potrebbe non essersi esaurito del tutto.

Nonostante ciò, l’euro resta sotto pressione e il superamento del livello di 1,19 si presenta ancora particolarmente difficoltoso.

Stamattina, alle ore 8:50, il cambio EUR/USD si trova a 1,1835 mentre l’indice del dollaro statunitense segna i 92,35 punti, dunque in calo rispetto al valore di resistenza precedentemente raggiunto di 92,5.

Il rimbalzo dopo le parole di Powell

Il cambio EUR/USD ha toccato i minimi da Aprile a 1,1770 prima di rimbalzare in seguito alle parole del Presidente della Fed, Jerome Powell, sulle scarse speranze di una normalizzazione della politica monetaria adottata negli USA.

La variante Delta che continua a correre in tutto il mondo e i dati macroeconomici delle ultime settimane confermano infatti che la ripresa economica è ancora lontana per allentare le misure prese negli ultimi mesi dalla Federal Reserve.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Così, il cambio EUR/USD ha avuto modo di riportarsi verso il livello di 1,1830 che rappresentava la prima resistenza intermedia. Adesso, il prossimo target sarebbe quello di 1,1860, se il rally non si dovesse essersi già esaurito.

In questo caso, infatti, per la giornata di oggi ci si potrebbe attendere anche un semplice consolidamento tra 1,18 e 1,1850.

Nel breve periodo, invece, il cambio EUR/USD potrebbe ancora tentare di puntare alla creazione di un più solido canale rialzista per intercettare il livello di 1,19. In questo scenario, un ruolo fondamentale è rivestito dalla media a 20 giorni di 1,1875, che potrebbe rappresentare una prima banda di consolidamento. Al ribasso, invece, un ritorno sotto 1,18 indicherebbe una nuova pressione bearish tale da costringere il cambio EUR/USD verso 1,1780 e persino oltre.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli