Italia markets open in 8 hours 15 minutes
  • Dow Jones

    34.751,32
    -63,07 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.181,92
    +20,39 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1769
    -0,0057 (-0,48%)
     
  • BTC-EUR

    40.471,12
    -733,54 (-1,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.209,85
    -23,43 (-1,90%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    4.473,75
    -6,95 (-0,16%)
     

Cambio EUR/USD: Nuovo Calo Sotto 1,18 in una Giornata Senza Market Movers

·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD riparte questa settimana dal valore attuale di 1,1785, ancora in lieve calo, dopo il crollo della scorsa chiusura weekly che in poche ore ha portato il prezzo verso il supporto di 1,18.

Gli ultimi movimenti del Fiber

La moneta unica si è così allontanata nuovamente dal target di resistenza di 1,1850, il cui superamento avrebbe potuto inaugurare una spinta rialzista di tutto rispetto.

Questa settimana, dunque, si potrebbe ritornare a testare un supporto molto pericoloso per l’euro, a 1,1750, mentre per il momento il target rialzista sarà rappresentato dal ritorno al livello di 1,18.

Stamattina alle ore 9:35, il cambio EUR/USD si trova a 1,1784 (-0,26%) mentre l’indice del dollaro statunitense segna 92,8 punti esatti (+0,25%).

Previsioni settimanali sul cambio EUR/USD

L’euro si ritrova nuovamente ai minimi delle ultime due settimane ed è scivolato fin sotto la media mobile semplice a 200 giorni.

Il principale livello di supporto si trova attualmente a 1,1750 e il suo superamento indicherebbe l’accelerazione di un trend ribassista con destinazione finale 1,1680 o persino oltre. Prima di questo valore di supporto, ci sono però i livelli intermedi di 1,1730 e 1,17.

A pesare sulla moneta unica, tra le altre cose, l’incertezza legata alle elezioni in Germania e alla politica della Banca Centrale Europea in termini di tapering degli acquisti.

Data la giornata molto povera di market movers per il cambio EUR/USD, ulteriori considerazioni potranno essere svolte nel corso della sessione di scambi di domani, quando si conoscerà l’aggiornamento sul tasso d’inflazione negli Stati Uniti.

Per il momento, valutando il contesto particolarmente sfavorevole per la moneta unica, come soglia di resistenza principale si può porre il baricentro a 1,18.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli