Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,32 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -131,02 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,22 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    29.508,99
    -880,29 (-2,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1867
    -0,0044 (-0,37%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,67 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8592
    +0,0043 (+0,51%)
     
  • EUR/CHF

    1,0944
    +0,0025 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Cambio EUR/USD: Nuovo Tentativo Rialzista dopo i Dati sulla Produzione Tedesca

·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD ha frenato la sua corsa nell’ultima sessione di scambi a causa del lieve rialzo del dollaro statunitense e delle prese di profitto da parte degli investitori, dopo il rally che aveva portato il prezzo verso il livello di 1,2250.

A pesare particolarmente, allontanando il cambio EUR/USD dalla resistenza a 1,2280 posta poco prima del target di 1,23, è stato anche il report del FOMC

Come previsto, però, il ribasso si è fermato intorno alla linea di supporto a 1,2180 e alle ore 9:20 di oggi, il cambio EUR/USD pare poter riprendere quota, trovandosi a 1,2196.

Invece, l’indice del dollaro statunitense è ancora in calo a 90,06 punti (-0,15%).

Previsioni giornaliere sul cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD potrebbe nuovamente tentare di approcciare la resistenza a 1,2240 dollari l’oncia, già raggiunta questa settimana prima del ritracciamento delle ultime ore.

Prima di questo valore, sarà chiaramente necessario raggiungere il livello tondo di 1,22 dollari l’oncia. In seguito, invece, il cambio EUR/USD potrà tentare di sfidare la resistenza successiva a 1,2290.

Se invece il cambio EUR/USD non dovesse riuscire a superare stabilmente il valore di 1,22, allora sarebbe possibile assistere nel breve termine, per la seduta di oggi, a un consolidamento sotto questo valore, in attesa di nuovi rialzi.

i segnala però che stamattina i dati sulla produzione in Germania hanno visto il più elevato incremento anno su anno dall’Agosto del 2011, spingendo in rialzo la moneta unica in queste prime ore della sessione di scambio europea. Per questa ragione, non è da escludere che il rialzo verso il target sopra citato di 1,2250 possa concretizzarsi già quest’oggi.

Sul fronte ribassista, invece, un calo sotto il livello di 1,22 e soprattutto sotto il supporto di 1,2180 potrebbe avviare un ritracciamento per il cambio EUR/USD anche fino al supporto intermedio di 1,2150.

Se il trend ribassista dovesse continuare, allora si potrebbe assistere a un’inversione di tendenza una volta superato il livello di 1,21.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli