Italia markets close in 35 minutes
  • FTSE MIB

    24.354,86
    -43,55 (-0,18%)
     
  • Dow Jones

    33.982,78
    +166,88 (+0,49%)
     
  • Nasdaq

    13.947,43
    +129,02 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    29.020,63
    -167,54 (-0,57%)
     
  • Petrolio

    62,12
    +0,69 (+1,12%)
     
  • BTC-EUR

    41.252,42
    -4.312,30 (-9,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.138,99
    +15,09 (+1,34%)
     
  • Oro

    1.771,60
    -10,40 (-0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,2053
    +0,0035 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    4.167,65
    +32,67 (+0,79%)
     
  • HANG SENG

    29.078,75
    +323,41 (+1,12%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.006,42
    -8,38 (-0,21%)
     
  • EUR/GBP

    0,8702
    +0,0024 (+0,27%)
     
  • EUR/CHF

    1,1047
    +0,0030 (+0,27%)
     
  • EUR/CAD

    1,5059
    +0,0037 (+0,24%)
     

Cambio EUR/USD: Nuovo Test di Resistenza a 1,1965 Attendendo la BCE

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD nella giornata di ieri è rimasto stabile, sfiorando e superando di poco la soglia di 1,19, che si è dimostrato essere un livello di resistenza molto coriaceo. Stamattina, alle ore 9:30, il cambio si mostra invece in discreto rialzo del +0,38%, a quota 1,1944.

Previsioni sul Cambio EUR/USD

Come scrivevamo in passato, il cambio EUR/USD avrebbe potuto invertire tendenza e ritornare rialzista qualora la reazione degli investitori a un possibile superamento della soglia di 1,19 si fosse dimostrata adeguata.

Dopo alcuni tentennamenti, la moneta unica è adesso riuscita a infrangere questa soglia di resistenza e il cambio EUR/USD si mostra più solido, sfruttando il lieve calo dei rendimenti USA.

Lo scenario rialzista abilitato dal superamento di quota 1,1900 e della successiva resistenza a 1,1925 prevede adesso un possibile rialzo anche fino a quota 1,1965, per poi spingere verso 1,20.

Il valore di 1,20 coincide essenzialmente con la media mobile esponenziale a 20 giorni e quindi il suo superamento rappresenta una sfida tutt’altro che agevole per il Fiber.

Un sostegno alla corsa della moneta unica potrebbe giungere da un ulteriore indebolimento del dollaro statunitense, il cui indice segna questa mattina 91,72 punti, in calo del -0,10%.

L’ipotesi opposta è invece quella di un calo verso la nuova soglia di 1,19 che diventa adesso il supporto fondamentale. Scendendo sotto questo valore, il cambio EUR/USD potrebbe approcciare la seconda soglia di supporto a 1,880 prima di ritirarsi ulteriormente anche verso quota 1,1850.

La giornata si prospetta comunque molto volatile per il grado di importanza dei market movers odierni.

Il Calendario di Oggi per il Fiber

Dopo i dati sull’inflazione USA di ieri, quest’oggi l’attenzione sarà rivolta sulle decisioni in termini di politica monetaria della Banca Centrale Europea, a cui seguirà una conferenza stampa del Governing Council a Francoforte.

Potranno impattare sensibilmente sul cambio EUR/USD, e più precisamente sull’andamento del biglietto verde, gli aggiornamenti settimanali sulle richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, ipotizzati in lieve miglioramento per via della campagna di vaccinazione in corso.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: