Italia markets open in 6 hours 20 minutes
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,63 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,95 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    29.605,44
    +639,43 (+2,21%)
     
  • EUR/USD

    1,2092
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    38.329,09
    -264,14 (-0,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    925,71
    -7,43 (-0,80%)
     
  • HANG SENG

    29.457,89
    +477,68 (+1,65%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     

Cambio EUR/USD: i Principali Market Movers della Settimana

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il cambio euro dollaro non si è mosso particolarmente nelle ultime sedute della scorsa settimana, chiudendo a quota 1,2120 dopo una stasi lunga tre giorni.

Il dollaro è stato indebolito, a vantaggio della moneta unica, dai dati sull’inflazione statunitense inferiori alle attese e dai commenti di Jerome Powell, Presidente della Fed, sulle complicazioni generate dalle nuove ondate di contagi nel mercato del lavoro americano.

Previsioni settimanali sul cambio EUR/USD

Tentando di prevedere l’andamento del cambio EUR/USD per i prossimi giorni, in attesa dei movimenti delle prime ore della nuova settimana, è il caso di ribadire come il cross sia strettamente legato alle misure di stimolo statunitensi e al piano vaccini a livello globale.

Guardando comunque all’ultima analisi tecnica, la fascia di supporto per il cambio EUR/USD si trova a 1,21 e successivamente a 1,2090 e 1,2070.

La resistenza da infrangere per riprendere la tendenza rialzista è invece quella di 1,2150 a cui poi farà seguito, eventualmente, quella da 1,2180.

I principali market mover della settimana per il cambio EUR/USD

I prossimi giorni potranno comportare forti oscillazioni per il cambio EUR/USD, a causa di numerosi market movers di rilievo, che interesseranno l’area Euro e, in misura minore, gli Stati Uniti.

Dall’Europa, si attende innanzitutto quest’oggi il PIL annuale tedesco, la produzione industriale e la bilancia commerciale dell’Eurozona, senza dimenticare la riunione dell’Eurogruppo.

Domani si conosceranno invece le rilevazioni ZEW sul sentiment dell’economia in Germania e nell’Eurozona, a cui seguiranno mercoledì le dichiarazioni sulla politica monetaria della BCE e i verbali della riunione del FOMC, insieme ai dati sulla produzione industriale statunitense.

Infine, giovedì si conosceranno i verbali della BCE e, dagli USA, giungeranno le richieste di sussidi di disoccupazione, mentre venerdì la settimana volgerà al termine con gli indici PMI manifatturieri dell’Eurozona.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: