Italia markets close in 6 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    25.333,32
    +17,75 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    73,53
    +0,68 (+0,93%)
     
  • BTC-EUR

    28.536,52
    +1.702,32 (+6,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    815,61
    +21,28 (+2,68%)
     
  • Oro

    1.784,40
    +7,00 (+0,39%)
     
  • EUR/USD

    1,1939
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     
  • HANG SENG

    28.817,07
    +507,31 (+1,79%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,22
    -13,91 (-0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8541
    -0,0018 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0961
    -0,0002 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4670
    -0,0023 (-0,15%)
     

Cambio EUR/USD in Rialzo dopo Calo Rendimenti USA: Previsioni per la Chiusura Settimanale

·2 minuto per la lettura

Il calo del dollaro statunitense legato ai dati sull’inflazione negli Stati Uniti e alla contrazione dei rendimenti dei titoli decennali ha permesso nelle ultime ore al cambio EUR/USD di riprendere leggermente quota, portandosi alle ore 9:20 di stamattina intorno a 1,2110, in rialzo attualmente del +0,37%.

L’indice del dollaro statunitense si trova invece allo stesso orario a quota 90,54 punti, sotto la chiusura precedente di 90,75 punti (-0,23%).

Previsioni per la chiusura settimanale del cambio EUR/USD

Per questa chiusura settimanale, il cambio EUR/USD dovrà misurarsi con il livello appena raggiunto di 1,2110 e con quello psicologico di 1,21.

Rimanendo sopra questa soglia di prezzo, il Fiber potrebbe riuscire ad archiviare una chiusura settimana dal tono ancora rialzista, in vista delle possibili turbolenze causate dalle misure della Fed per frenare l’inflazione galoppante negli Stati Uniti dopo la ripresa dei consumi.

Nello specifico, la resistenza di breve periodo è rappresentata dal valore di 1,2150 a cui farebbe seguito il livello di 1,2180.

Analizzando invece il supporto per quest’ultima sessione di scambi della settimana, il valore principale è quello di 1,2080 che in passato si è rivelato sempre molto valido. Sotto questo livello ci sarebbe invece il supporto intermedio a 1,2055 e poi ancora quello a 1,2015 prima del livello psicologico tondo di 1,20.

Gli ultimi eventi macroeconomici della settimana

Per quest’ultima giornata, non si attendono importanti market movers dall’Unione Europea, mentre giungeranno le vendite al dettaglio dagli Stati Uniti oltre ai prezzi delle esportazioni su base annuale, che potranno in parte influire sull’andamento del dollaro statunitense, esattamente come fatto ieri dalle richieste sui sussidi di disoccupazione e dalla produzione industriale negli Stati Uniti.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli