Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.145,64
    +146,06 (+0,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Cambio EUR/USD: Rialzo Robusto Verso il Livello di 1,2250

·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD si sta mostrando in netto rialzo sopra il livello di 1,22 mentre l’indice del dollaro statunitense è scivolato sotto il supporto a 90 punti.

Il rialzo del cambio EUR/USD è stato ancora una volta trainato dai dubbi degli investitori in merito alle reazioni della Fed per rallentare la corsa dell’inflazione negli Stati Uniti dopo la ripresa dei consumi delle famiglie.

Il livello di resistenza più imminente è un valore chiave per il Fiber, che potrà attirare molta attenzione nelle prossime ore.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD si avvicina infatti al valore chiave di 1,2230, essendo scambiato alle ore 10:30 di oggi a 1,2218. Questa resistenza, oramai imminente, coincide anche con i massimi da Febbraio 2021 e potrebbe permettere alla moneta unica di estendere ancora il suo trend rialzista.

L’area di prezzo attuale, tra il livello di 1,22 e 1,2230, rappresenta quindi una zona da cui sarà facile partire per raggiungere la resistenza principale e il massimo relativo di 1,23. Per fare ciò, il prezzo dovrà continuare a essere trainato dalla debolezza del dollaro statunitense e da dati macroeconomici favorevoli per la moneta unica.

Dopo il livello di 1,23, ci sarebbe invece da superare la resistenza a 1,2350 che rappresenta i massimi annuali.

Restando nel brevissimo periodo, con l’indice del dollaro statunitense ancora sotto il livello di 90 punti (ai minimi da Gennaio 2021) i principali eventi macroeconomici di oggi saranno rappresentati dai dati sull’inflazione nell’Eurozona, che potranno garantire sufficiente sostegno al cambio EUR/USD per tentare nuovi rialzi.

I mercati resteranno però concentrati sul meeting del FOMC durante la sessione statunitense. Ad ogni modo, una chiusura giornaliera verso il valore di 1,2250 permetterebbe al cambio EUR/USD di riprendere la prossima sessione di scambi in tono decisamente rialzista, mentre una possibile inversione di tendenza potrebbe trasparire solo da un calo oltre il supporto di 1,2180.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli