Italia markets open in 3 hours 21 minutes
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.099,93
    +591,38 (+2,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2044
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    44.492,42
    -2.555,90 (-5,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.236,04
    -26,92 (-2,13%)
     
  • HANG SENG

    28.750,06
    +128,14 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

Cambio EUR/USD Sopra 1,18: nuovi Target di Resistenza a Partire da 1,1840

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD si è mosso nelle scorse ore in rialzo, adombrando in parte le preoccupazioni causate dalla terza ondata di contagi in Europa e sfruttando quanto più possibile la debolezza dell’indice del dollaro statunitense conseguente al piano Biden da 2,3 trilioni di dollari.

Alle ore 7:50 di oggi, il cambio EUR/USD si trova stabile a quota 1,1812 dopo il rally di ieri e l’indice del dollaro statunitense si mostra in lievissimo rialzo a 92,63 punti.

Per la giornata di oggi, non sono numerosi i market movers in grado di impattare sul cambio EUR/USD in misura più concreta. Nonostante ciò, gli investitori potranno conoscere il tasso di disoccupazione in Italia e in Spagna e più in generale a livello dell’Eurozona.

Previsioni giornaliere sul cambio EUR/USD

Con il cambio EUR/USD in rialzo da ieri pomeriggio nonostante l’incremento dei rendimenti dei decennali statunitensi, la previsione non può non tenere conto del livello critico di 1,1800.

Se il cambio EUR/USD dovesse continuare a mantenersi sopra questa soglia, allora la spinta rialzista di breve termine potrebbe spingere il Fiber verso il livello di 1,1840, non lontano dalla media mobile semplice a 20 giorni, rappresentata attualmente dal valore di 1,1858. Più avanti ancora, prima del livello chiave di 1,19, c’è la resistenza intermedia a 1,1873/75.

Di contro, una ripresa della tendenza ribassista – che nelle ultime settimane ha pressato sul cambio EUR/USD – potrebbe verificarsi già sotto quota 1,18, con un primo supporto fissato a quota 1,1775 e poi a 1,1750.

Scendere al di sotto di questi livelli significherebbe, per il Fiber, attirare forti volumi di vendite verso altri cross valutari, in grado di spingere nuovamente il cambio EUR/USD verso i minimi relativi di 1,1680 e oltre.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: