Italia markets close in 6 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    22.114,77
    +26,41 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,65
    +0,38 (+0,73%)
     
  • BTC-EUR

    27.094,34
    -395,38 (-1,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    666,76
    -10,14 (-1,50%)
     
  • Oro

    1.854,90
    -1,30 (-0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,45
    -2,96 (-0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8880
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0779
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5440
    -0,0059 (-0,38%)
     

Cambio EUR/USD: Superata Quota 1,233, Indice del Dollaro USA verso Nuovi Minimi

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il Cambio EUR/USD si trova alle ore 10:30 di stamattina a quota 1,2333, avendo superato il suo primo obiettivo di breve termine che cercava di raggiungere da giorni dopo la lieve frenata delle sedute precedenti.

Le previsioni nel breve periodo indicano ancora una possibile crescita fino al target di 1,24, ma non è da escludere in queste ore una nuova correzione sotto il valore di 1,23.

I valori attuali restano comunque i più elevati da 33 mesi, per la precisione da Aprile 2018.

I dati sul PMI tedesco

Il market mover principale di questa mattina per il cambio EUR/USD è rappresentato dall’indice PMI tedesco, appena annunciato.

Per il settore dei servizi, il valore PMI di fine anno osservato da Markit si è attestato a quota 47 punti, solo in lieve miglioramento rispetto al mese di Novembre 2020.

Pesano ancora sull’economia tedesca i contagi della seconda ondata e i relativi lockdown (ancora in corso) che hanno particolarmente colpito il settore terziario.

In queste ore, si attendono le prime reazioni degli investitori. Intanto, il cambio continua a correre verso il target di 1,2413, ai massimi del 17 Aprile 2018, e tenterà di avvicinarsi verso il valore di 1,2476.

La fascia di supporto principale è a quota 1,2129, a cui seguirà quella a 1,2058. Sebbene tali valori siano già stati raggiunti nel mese scorso, è difficile ipotizzare un’inversione di tendenza tanto brusca da spingere il cambio EUR/USD al ribasso nel brevissimo termine.

Indice del Dollaro USA verso nuovi minimi

Intanto, l’indice del dollaro USA si è spinto verso nuovi minimi, contribuendo a supportare il rialzo del cambio EUR/USD. Alle ore 10:30 di oggi, l’indice si muove intorno a 89,3 punti e guarda già verso nuovi minimi a 89,22 e 88,94 punti.

Per il momento, un’inversione di tendenza in grado di far apprezzare il dollaro statunitense rispetto alle altre divise globali può attendersi solo superati i 91 punti.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: