Italia markets open in 6 hours 10 minutes
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.810,73
    -287,51 (-0,99%)
     
  • EUR/USD

    1,1596
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    50.467,32
    -2.226,56 (-4,23%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.400,91
    -73,42 (-4,98%)
     
  • HANG SENG

    25.628,74
    -409,53 (-1,57%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     

Cambio EUR/USD: Test di Supporto a 1,1585 Dopo un Mese Nero

·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD si avvicina a una pericolosa chiusura settimanale sotto il livello di 1,16, che potrebbe aprire la strada a nuovi ribassi nei primi giorni di ottobre.

Il mese di settembre che volge al termine ha visto il cambio EUR/USD muoversi in un canale nettamente ribassista, con pochissimi tentativi – assolutamente infruttuosi – di ripresa e rimbalzo.

Partendo da un valore di circa 1,1875 nei primi giorni del mese, il cambio EUR/USD non ha fatto in tempo a testare la soglia di 1,19 prima di sprofondare rapidamente sotto il valore di 1,18 e poi giù fin sotto il supporto principale di 1,17 e quello di 1,16.

Adesso, la direzione del Fiber potrebbe essere determinata dalla reazione del mercato all’area di prezzo compresa tra 1,1580 e 1,16.

Intanto, stamattina alle ore 9:15 il cambio EUR/USD si trova a 1,1585, mentre l’indice del dollaro statunitense segna 94,26 punti, in ripiegamento dalla resistenza di 94,5 dollari toccata ieri.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Concentrando la previsione sulla chiusura settimanale di oggi, si ritiene che allo stato attuale il livello di supporto principale sia quello di 1,1575 già testato ma ancora non infranto.

Il proseguimento della pressione ribassista sulla moneta unica permetterebbe probabilmente al cambio EUR/USD di infrangere anche questa soglia per avvicinarsi al livello intermedio di 1,1550 e al supporto principale rappresentato al momento da 1,1530.

Se il cambio EUR/USD dovesse riuscire ad avvicinarsi a questi valori già quest’oggi, certamente la pressione ribassista continuerebbe immutata anche nella prima parte della prossima settimana, al netto di sorprese causate dai market movers attesi a Ottobre.

Invece, una chiusura settimanale sopra il livello di 1,16 potrebbe permettere alla moneta unica di riprendere a respirare per consolidarsi sopra questa soglia di sicurezza o puntare verso un recupero del livello di 1,1680 nei primi giorni del mese prossimo.

L’inversione di tendenza potrebbe essere innescata da un superamento di 1,17, ma per il momento lo scenario ribassista resta il più verosimile. Attenzione però ai dati macro di oggi.

Il calendario economico di oggi

Oggi, 30 Settembre 2021, saranno rivelate le vendite al dettaglio in Germania e in seguito dati PMI nell’Eurozona e in Italia.

Questi tre aggiornamenti potrebbero influire in misura minore sul cambio EUR/USD, ma il catalizzatore sarà rappresentato con tutta probabilità dai dati sull’inflazione nell’Eurozona a Settembre.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli