Italia markets open in 3 hours 5 minutes

Cannarsa: acquisti centralizzati non rallentano forniture

Mlo

Milano, 17 mar. (askanews) - "Abbiamo dimostrato che gli acquisti centralizzati non rallentano i tempi per le forniture. Invito le Regioni a fidarsi di noi". Cristiano Cannarsa, amministratore delegato di Consip, la società pubblica che si occupa degli acquisti centralizzati dello Stato, parla dell'ultima emergenza coronavirus dal suo punto di vista e ricostruisce le giornate febbrili per l'acquisto dei dispositivi di sicurezza per il personale sanitario e delle attrezzature mediche per le regioni. "Dal 5 marzo siamo braccio operativo della Protezione civile. Ciò consente, se necessario, di derogare al codice degli appalti" dice rispondendo a chi teme un rallentamento dell'iter di acquisto per queste forniture. "C'è stato un ordine molto importante per 30 milioni di maschere chirurgiche - spiega - C'è invece stata scarsa offerta su altri dispositivi come le mascherine FFP3, visiere, occhiali e camici. La gara però è rimasta aperta, e proprio oggi abbiamo ricevuto altre offerte".

Sulla provenienza, prevalentemente cinese, delle mascherine Cannarsa chiarisce che "non conta da dove arrivano. L'importante è che abbiano le caratteristiche e le certificazioni richieste nei bandi. In ogni caso ci stiamo muovendo anche per trovare fornitori in Italia: ieri sera abbiamo saputo che un imprenditore di intimo del vicentino è pronto a riconvertire la sua produzione".

Per l'ad di Consip anche la nomina del commissario Domenico Arcuri è stata una scelta giusta: "Arcuri si aggiunge ma non si sostituisce. Coordina gli acquisti, fa analisi sulle necessità delle Regioni, e può intervenire sulle aziende per aiutarle a rafforzare rapidamente le produzioni".