Italia markets open in 4 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.641,13
    -181,16 (-0,63%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    26.302,65
    -353,51 (-1,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    645,31
    -31,59 (-4,67%)
     
  • HANG SENG

    29.575,17
    -583,84 (-1,94%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

Cara Vanessa Incontrada, noi ti festeggiamo così: ricordando quanto sei speciale

Di Francesca D'Angelo
·5 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From ELLE

Il 24 novembre di x anni fa (non vorremo mica spifferare l’età di una signora, vero?), nasceva a Barcellona Vanessa Incontrada: una frugoletta tutta lentiggini e grandi sorrisi, che, crescendo, è diventata molte cose insieme. Non le elencheremo, perché già sapete che Vane è una bravissima attrice, conduttrice, scrittrice, ex modella, e più in generale una super woman paladina delle donne (ok, le abbiamo elencate...). In occasione del suo compleanno vorremmo però ripercorrere i motivi per cui milioni di persone la adorano. Alla follia. Ecco cosa ci piace di lei, oggi e sempre. Buon compleanno, cara Vane, e... besitos!

Senza trucco, senza inganno e senza... filtri

Due-virgola-tre-milioni: follower più, follower meno. È la platea di fan che ogni giorno segue Vanessa su Instagram promuovendola di diritto nell’empireo delle Queen Social. D’altronde l’Incontrada è la pioniera della somma regola aurea che oggi impera su Instagram, riassumibile nel motto “essere veri”. Prima ancora che l’autenticità venisse codificata e sdoganata sui social (il battesimo ufficiale può essere individuato nei post di Chiara Ferragni che mostra la propria cellulite), Vane già si immortalava senza filtri su Instagram. Spesso anche il make up era un optional. Perché lei è così, proprio come la vedete. Non censura nulla nemmeno se, durante un video, le scappa un ruttino. Come possiamo non amarla?!?

Paladina della body positivity

Ci ha fatto commuovere. E discutere. E poi di nuovo commuovere. La sua battaglia mediatica contro il body shaming è iniziata l'anno scorso con un toccante monologo a Vent'anni che siamo italiani per poi culminare alcuni mesi fa sulla copertina, senza veli, di Vanity Fair. Ok, forse come ha notato qualcuno la posa immortalata era un tantino da Madonnina penitente, non valorizzava la sua carica sensuale e, qua e là, copriva strategicamente i difetti fisici. Però resta il coraggio di mostrarsi così: nuda davanti alle proprie paure. Orgogliosa e disarmata. Quello però che apprezziamo sommamente è che, oltre a gridare all'ingiustizia, Vane ci mostra anche il volto della body Positivity: un sorriso sgranato sul mondo, costellato di lentiggini. Ed è giusto così perché l'orgoglio non passa dall'essere contro qualcosa o qualcuno ma dalla consapevolezza che "noi siamo fatte (anche) così e ci piacciamo". Vanessa, che da giovane è stata una modella da capogiro, si vuole bene anche adesso che le sue forme sono più morbide. Ogni suo post sui social, ogni sua apparizione in tv è insomma un manifesto di positività: concreto, diretto, inoppugnabile.

Photo credit: courtesy photo/Rai
Photo credit: courtesy photo/Rai

Regina del girl power

"Tanto gentile e tanto onesta pare", direbbe Dante. Vero. Ma aspettate di vederla in tv: qui Vanessa si trasforma in un panzer: se c'è in video lei, non ce n'è per nessuno. Non importa se si tratta di uno show o di una fiction: vince comunque Vane. Il che è un bell'esempio di girl power: dopo tanti eroi macina - ascolti, abbiamo finalmente un volto al femminile. Certo, quando si tratta di fiction alla nostra rifilano sempre personaggi tristissimi: se non è vedova (Non dirlo al mio capo), è almeno una madre disperata (Come una madre) o, peggio ancora, è alla ricerca della figlia sparita nel nulla (l'angosciantissimo Scomparsa). Insomma, un'ansia pazzesca. Nella vita però non si può avere tutto e la stessa Vanessa ci ride spesso su. Una volta ha perfino confidato alla stampa che il suo grande sogno sarebbe interpretare una donna malvagia e pericolosa. Non è dato sapere se il suo desiderata verrà esaudito: chissà, magari ci penserà Mediaset. Vanessa sarà infatti la protagonista di una nuova fiction per Canale 5, sulla quale vige il massimo riserbo. Nel frattempo comunque è stato esaudito un desiderata del pubblico: rivedere Vanessa accanto a Claudio Bisio a Zelig. La puntata speciale è andata in onda lo scorso 30 maggio: una maratona online di risate, dalle ore 18 fino a notte fonda sul sito natlive.it, per alleviare l'umore degli italiani afflitti dalla pandemia. Non a caso lo show si chiamava Zelig Covid Edition. Grazie di esistere, cara Vanessa!

La famiglia

Ma parliamo anche della vita privata di Vanessa. Da 13 anni è legata a Rossano Laurini e insieme hanno avuto un figlio, di nome Isal. Nota bene: tredici anni nel mondo dello spettacolo sono un mezzo miracolo. Coppie ben più rodate hanno capitolato prima, invece loro reggono, a dispetto dei rumors. Quest'estate infatti è impazzata l'indiscrezione di una possibile crisi coniugale tra Vanessa e Laurini. L'attrice ha però mantenuto il più stretto riserbo, preferendo non commentare. Che poi è il modo migliore per superare una eventuale crisi: affrontarla lontano dai riflettori, cuore a cuore con il diretto interessato (e basta). Anche in questo Vanessa ci dà una bella lezione di vita.

I cani

All'inizio ne aveva solo uno: Gina. Una barboncina simpaticissima, che la seguiva (e la segue!) ovunque: persino sul set e alle conferenze stampa. Alcuni anni fa, alla presentazione dell'ultima stagione di Non dirlo al mio capo, Gina era sgusciata sopra il tavolo dei relatori, fino a quando Lino Guanciale non l'ha agguantata e restituita alla proprietaria. Ma su Gina le storie si sprecano, e pure le stories: la piccola di casa è sovente la star di spassose dirette social. Da questa estate deve però dividere la scena con altri due compagni a quattro zampe: Vanessa ha preso due cuccioli di Golden Retriever che ha chiamato Tokyo e Zelig. Il terzetto è a dir poco adorabile.