Italia Markets open in 7 hrs 44 mins

Carella (Manageritalia): "Serve decidere e visione lungo termine"

webinfo@adnkronos.com

"Le crisi aziendali che continuiamo a leggere sui giornali non possono essere lasciate irrisolte per anni dalla politica come Alitalia, o affrontate in termini propagandistici e poco chiari, come l’ex Ilva oggi Arcelor Mittal. Abbiamo continuamente esempi di comportamenti astratti o improvvise marce indietro, come i recenti casi di tassazione sulle auto aziendali, sulle merendine o sulla flat tax. Ma anche i ripensamenti, persino quelli giusti, hanno un costo: di immagine, di incertezza nel mondo delle imprese, della finanza e soprattutto nella vita dei cittadini”. Così il presidente Manageritalia, Guido Carella, ha aperto il congresso dell'organizzazione stamattina a Milano davanti a quasi 400 manager di tutt’Italia e prestigiosi ospiti.  

"Dobbiamo pretendere da tutti, ma dalla politica in primis, responsabilità e visione di lungo termine", ha continuato Carella.  

"Occorre ridare forza -ha sottolineano- alla crescita, senza la quale non c’è futuro. Questo mentre c’è una parte assai ampia del Paese che sembra ormai abituata a questa situazione e anzi, sembra pronta a difendere con le unghie e coi denti gli equilibri sociali che l’economia stagnante ha generato. Mi chiedo, dov’è finito il partito del Pil? Noi pretendiamo che si parli di crescita e si agisca per un reale sviluppo di tutto il Paese".  

Oggi Manageritalia celebra il suo congresso guardando al futuro di tutto il Paese alla luce delle forti trasformazioni in atto e puntando su alcuni temi cardine, quali “trasformazione del lavoro”, “ruolo del sindacato”, “conoscenza” e “welfare”, da gestire attivamente per cogliere le opportunità e non solo le minacce.  

Manageritalia, sottolinea una nota, "rivendica il diritto-dovere dei dirigenti di aiutare il Paese a guardare avanti, a progettare l’innovazione e lo sviluppo". "Un ruolo da svolgere anche fuori dalle aziende, dialogando a livello nazionale e nei territori con politica, istituzioni, business community e società. Le idee dei manager, i progetti e le azioni devono essere a favore di tutti", spiega la nota.