Italia markets close in 27 minutes
  • FTSE MIB

    18.986,87
    -298,54 (-1,55%)
     
  • Dow Jones

    27.615,47
    -720,10 (-2,54%)
     
  • Nasdaq

    11.346,99
    -201,29 (-1,74%)
     
  • Nikkei 225

    23.494,34
    -22,25 (-0,09%)
     
  • Petrolio

    38,66
    -1,19 (-2,99%)
     
  • BTC-EUR

    10.987,47
    -49,99 (-0,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    259,25
    -4,17 (-1,58%)
     
  • Oro

    1.907,40
    +2,20 (+0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,1825
    -0,0044 (-0,37%)
     
  • S&P 500

    3.394,58
    -70,81 (-2,04%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,68 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.111,34
    -87,52 (-2,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,9075
    -0,0019 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0722
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,5617
    +0,0058 (+0,37%)
     

Carige: perdita nei 5 mesi di gestione ordinaria a 97,8 milioni

Rar
·2 minuti per la lettura

Milano, 29 set. (askanews) - Il gruppo Carige ha chiuso i primi cinque mesi post amministrazione straordinaria (febbraio-giugno 2020) con una perdita pari a 97,8 milioni. I crediti deteriorati lordi per cassa alla clientela valutati al costo ammortizzato ammontano a 0,7 miliardi (0,3 miliardi al netto delle rettifiche di valore), in riduzione dell'81,3% rispetto a giugno 2019, beneficiando delle operazioni di derisking effettuate nel periodo, con conseguente calo dell'Npe ratio lordo al 5,5% (23,1% a giugno 2019) e dell'Npe ratio netto al 2,9% (12,2% a giugno 2019); entrambi questi indici si posizionano su livelli di vertice assoluto nel settore, sottolinea l'istituto, e sono destinati a migliorare ulteriormente in conseguenza della prevista cessione ad Amco di circa 100 milioni di crediti in Leasing entro il primo trimestre 2021. Il Texas Ratio risulta drasticamente ridotto, dal 97,6% di giugno 2019 all'attuale 22,3%. La posizione di liquidità del gruppo si mantiene solida con cassa e attività libere stanziabili che ammontano a 4,6 miliardi. L'indicatore di solidità patrimoniale CET1 ratio phased-in è all'11,8%. Inversione di tendenza delle attività finanziarie della clientela riferite alla rete commerciale (26 miliardi): dopo i deflussi del 2018 per 2,5 miliardi e del 2019 per 1,1 miliardi, tornano a crescere, registrando un flusso positivo da inizio anno di 0,7 miliardi. "I primi cinque mesi dopo il ritorno alla gestione ordinaria - ha commentato Francesco Guido, amministratore delegato di Carige - ci consegnano il quadro di una banca con uno dei profili di rischio più bassi in Italia, snella e asciutta, e che, in piena emergenza Covid-19, ha saputo comunque intraprendere la strada del rilancio commerciale raggiungendo alcuni risultati da record. Sono certo che gli investimenti di potenziamento già avviati consentiranno ulteriori accelerazioni. Carige sa come affrontare le tempeste ed è a ogni singolo collega che va il mio forte ringraziamento per la professionalità e la dedizione dimostrate per superare anche questa avversità".