Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0694
    +0,0132 (+1,25%)
     
  • BTC-EUR

    27.500,17
    -785,51 (-2,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,56
    -16,31 (-2,42%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Carlos Ghosn "sorpreso" da notizie su mandato d'arresto internazionale

·1 minuto per la lettura
L'ex dirigente Renault Carlos Ghosn, durante un'intervista con Reuters a Beirut

PARIGI (Reuters) - Carlos Ghosn, ex numero uno di Renault e Nissan, è "sorpreso" dalle notizie secondo cui i procuratori francesi avrebbero spiccato un mandato di arresto internazionale nei suoi confronti, ha detto un portavoce di Ghosn.

"Tutto ciò è sorprendente, Ghosn ha sempre collaborato con le autorità francesi", ha detto a Reuters il portavoce.

Le indiscrezioni sono state riportate dal Wall Street Journal e da diversi media francesi.

Secondo il WSJ, un pubblico ministero francese avrebbe emesso cinque mandati d'arresto internazionali contro Ghosn, gli attuali proprietari o ex amministratori della società Suhail Bahwan Automobiles, un distributore di veicoli in Oman.

L'accusa nei confronti di Ghosn sarebbe quella di aver incanalato milioni di dollari di fondi Renault attraverso il distributore di auto omanita per il suo uso personale, compreso l'acquisto di uno yacht.

Ghosn aveva detto a Reuters nel corso di un'intervista l'anno scorso di essere pronto a un lungo processo per ripulire il proprio nome presso le autorità francesi, e di voler fare appello contro un mandato dell'Interpol che gli impedisce di viaggiare fuori dal Libano.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli