Italia markets open in 5 hours 5 minutes
  • Dow Jones

    30.316,32
    +825,43 (+2,80%)
     
  • Nasdaq

    11.176,41
    +360,97 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    27.087,04
    +94,83 (+0,35%)
     
  • EUR/USD

    0,9972
    -0,0014 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    20.296,62
    +551,88 (+2,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    458,95
    +13,52 (+3,03%)
     
  • HANG SENG

    17.697,49
    +617,98 (+3,62%)
     
  • S&P 500

    3.790,93
    +112,50 (+3,06%)
     

Carlsberg: corrono vendite ma I semestre in perdita per uscita da Russia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 ago. (askanews) - Per la danese Carlsberg il primo semestre 2022 è decisamente negativo sul fronte degli utili, nonostante una crescita spinta dei ricavi. Il quarto produttore mondiale di birra ha registrato infatti una perdita per 5,27 miliardi di corone danesi, per effetto delle svalutazioni in Russia, Ucraina ed Europa centro-orientale per un totale di 10,4 miliardi. Carlsberg, con l'invasione russa dell'Ucraina, aveva deciso di dismettere tutte le proprie attività in Russia, dove era il più grande gruppo birrario.

Sul fronte dei ricavi invece la crescita registrata è del 23,6% a 35,4 miliardi di corone danesi, grazie anche a un impatto valutario positivo. La crescita a volume invece è stata dell'8,9% trainata dai marchi premium come Tuborg (+14%) e Carlsberg (+20%). A livello geografico in Europa occidentale Carlsberg ha registrato +10,2% a volume, in Asia +13,2% ed Europa centrale e orientale dello 0,3% (esclusa Ucraina: +7%).

In prospettiva, il gruppo birrario prevede per il 2022 una crescita dell'utile operativo a una cifra (invariata rispetto all'annuncio dell'8 agosto). "L'incertezza globale resta elevata - ha commentato il ceo Cees 't Hart in una nota - con la crescente pressione sui costi delle materie prime abbiamo una sfida impegnativa nei prossimi trimestri. Nonostante le difficili condizioni di mercato, noi continuiamo a mantenere la rotta".