Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.057,37
    +119,50 (+0,40%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Cartello camion: tribunale olandese si pronuncia a favore dei danneggiati in un maxiprocesso che coinvolge 200.000 camion

·3 minuto per la lettura

Il 12 maggio 2021 il tribunale di Amsterdam si è espresso a favore di migliaia di acquirenti di camion. Il tribunale ha chiaramente respinto l'argomentazione dei produttori di camion secondo cui il cartello da loro gestito non avrebbe potuto causare alcun danno. Il procedimento che coinvolge diversi miliardi di euro verrà ora portato avanti.

Ci sono dunque ottime possibilità per le altre class action ad Amsterdam di ottenere il risarcimento danni. Le aziende possono ancora partecipare prima del decorrere, nelle prossime settimane, del termine di prescrizione.

I Paesi Bassi sono considerati uno dei principali palcoscenici di uno dei più grandi complessi di rivendicazioni mai negoziati in Europa. Alle sanzioni della Commissione europea nel 2016 e 2017, a causa di accordi di cartello, per un totale di 3,8 miliardi di euro, ai danni dei produttori Mercedes, DAF, Iveco, MAN, Scania e Volvo/Renault, è seguita un’ondata di procedimenti senza precedenti in Europa. Gli acquirenti di camion reclamano così i prezzi di acquisto e delle rate di leasing maggiorati. A seconda del veicolo, gli interessati potrebbero avere diritto a richieste di risarcimento per più di 10.000 euro. Molte delle più grandi cause si svolgono ad Amsterdam, in quanto il tribunale è considerato favorevole ai querelanti ed è aperto alle aziende danneggiate di tutta l'UE.

Nel caso in questione (Az.: C/13/639718 / HA ZA17-1255), i produttori di camion avevano chiesto di respingere tutte le istanze, sostenendo che non c'erano stati accordi sui prezzi, ma solo uno scambio di informazioni. Inoltre non ci sarebbe stato alcun aumento di prezzo per i camion e quindi nessun danno agli acquirenti o agli utilizzatori perché gli accordi si riferivano solo ai prezzi lordi, considerati dai produttori irrilevanti. In più, la corte ha giudicato convincenti le perizie economiche dei querelanti sul legame tra i listini lordi e i prezzi pagati alla fine dalle società.

"La sentenza del 12 maggio ha un significato rilevante per tutte le cause svolte in tribunali olandesi, che coinvolgono in totale più di 400.000 camion. Le prospettive degli acquirenti di camion di recuperare una parte significativa del prezzo di acquisto o di leasing sono migliorate ancora una volta", afferma Michael Gramkow, presidente della Fondazione unilegion Truck Claims, che rappresenta gli interessi di più di 500 aziende attraverso una class action nei Paesi Bassi. Tuttavia, gli interessati devono agire in fretta perché le richieste di risarcimento cadranno in prescrizione a luglio 2021. Michael Gramkow raccomanda quindi: "Gli acquirenti di camion che vogliono ancora unirsi alla class action devono attivarsi immediatamente. La partecipazione è ancora possibile fino a metà giugno 2021".

La Fondazione unilegion Truck Claims (unilegion-truck-claims.eu) è una fondazione olandese. La Fondazione è stata creata per perseguire le richieste di risarcimento danni da parte degli acquirenti di camion. Le aziende danneggiate possono unirsi alla class action senza alcun rischio di costi. Solo in caso di successo verrà addebitata una commissione. Possono partecipare tutte le aziende che hanno acquistato o preso in leasing camion medi o pesanti (>6t) tra il 1997 e il 2013.

Vedi la versione originale su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20210516005029/it/

Contacts

Contatto stampa
Fabio Garzotto
E-Mail: relazioni-pubbliche@unilegion.eu
Telefono: +39 02 873 69 215
Herengracht 449a, 1017BR Amsterdam, Paesi Bassi
www.unilegion-truck-claims.eu

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli