Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.178,80
    +171,40 (+0,78%)
     
  • Dow Jones

    30.218,26
    +248,74 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    12.464,23
    +87,05 (+0,70%)
     
  • Nikkei 225

    26.751,24
    -58,13 (-0,22%)
     
  • Petrolio

    46,09
    +0,45 (+0,99%)
     
  • BTC-EUR

    15.482,10
    -127,38 (-0,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    365,19
    -14,05 (-3,71%)
     
  • Oro

    1.842,00
    +0,90 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,2127
    -0,0022 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    3.699,12
    +32,40 (+0,88%)
     
  • HANG SENG

    26.835,92
    +107,42 (+0,40%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.539,27
    +22,17 (+0,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,9019
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5490
    -0,0127 (-0,81%)
     

Casi Covid +92,4% nell'ultima settimana, balza il rapporto positivi/testati

Titta Ferraro
·2 minuto per la lettura

I nuovi contagi da Covid galoppano in Italia, con numeri quasi raddoppiati nell'ultima settimana. Tra il 19 al 25 agosto, i nuovi casi di coronavirus in Italia sono cresciuti del 92,4% (6.538 a fronte di 3.399 della settimana precedente), effetto anche dell'aumento dei test (309.127 a fronte di 180.300). Lo riporta l'ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe di Bologna. Relativamente ai dati ospedalieri si conferma il trend in crescita dei pazienti ricoverati con sintomi (1.058 vs 843) e di quelli in terapia intensiva (66 vs 58, +13,8%). "In soli 7 giorni – dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE – si sfiora il raddoppio dei nuovi casi totali, non solo per l’incremento dell’attività di testing (+48,8% i tamponi effettuati), ma anche per l’aumento del rapporto positivi/casi testati. Inoltre, si conferma il trend in crescita dei pazienti ospedalizzati con sintomi e, in misura minore, di quelli in terapia intensiva. Queste spie rosse, piuttosto che generare inutili allarmismi, devono infondere una comune consapevolezza sull’andamento dell’epidemia nel nostro paese al fine di mantenere alta la guardia, sia da parte delle Istituzioni che devono potenziare la sorveglianza epidemiologica, sia da parte dei cittadini chiamati ad attenersi a tutte le misure di sicurezza, senza minimizzazioni di sorta". Lo studio rivela inoltre che dai 1.408 nuovi casi rilevati nella settimana 15-21 luglio si è passati ai 6.538 in quella 19-25 agosto, con un incremento del rapporto positivi/casi testati dallo 0,8% al 2,1%. Gli attualmente positivi sono 19.714, per il 91,8% concentrati in 11 Regioni: il 29,4% in Lombardia, il 33,4% nel Lazio, in Emilia-Romagna e Veneto e un ulteriore 29% in Campania, Piemonte, Toscana, Sicilia, Puglia, Sardegna e Liguria. Il restante 8,2% dei casi si colloca in sette Regioni e due Province autonome.