Italia markets open in 21 minutes
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • EUR/USD

    1,1860
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    10.799,08
    +1.469,68 (+15,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    256,83
    +11,94 (+4,87%)
     
  • HANG SENG

    24.802,31
    +47,89 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     

Caso Yara, duro colpo per Massimo Bossetti: la sorella cambierà cognome

Primo Piano
·2 minuti per la lettura

Un altro duro colpo per Massimo Bossetti, in carcere dal 2014 con l’accusa di avere ucciso Yara Gambirasio e condannato all’ergastolo nei tre gradi di giudizio. La sorella gemella del muratore di Mapello, Laura Letizia ha infatti deciso di prendere sempre più le distanze dal fratello annunciando la volontà di cambiare cognome.

Dopo averlo appoggiato e difeso per tanto tempo, qualcosa deve essere cambiato nel rapporto tra Massimo e la sorella che ormai non si vedono e sentono più da tre anni poiché lo stesso Bossetti ha più volte vietato alla donna di andarla a trovare in carcere.

“Presto cambierò cognome, dopo quello che è successo è straziante portarlo, un macigno. Solo chi è dentro capisce che cosa significa questa tragedia” ha detto la donna al settimanale Oggi. Dopo la morte dei genitori Laura Letizia aveva anche attaccato il fratello: “Gli ho chiesto scusa per aver detto in passato che papà e mamma sono morti di dispiacere per il dolore di avere un figlio in carcere. Ho sbagliato, comunque è la verità. Ho raggiunto la mia tranquillità ed è per questo che ho deciso di lasciarmi il passato alle spalle e cambiare cognome”.

Tramite una lettera inviata a 'Telelombardia', Bossetti non ha accolto bene la notizia: “Confido che non ha senso continuare a reagire alle provocazioni. Le mie parole sono schiette e sincere: ritengo che tutto sia stato pianificato come un gesto violento seguito da una sorta di provocazione nei miei confronti".

Questa provocazione - sottolinea Bossetti - merita una sola risposta, quella dell’indifferenza. Mia sorella faccia quello che più lei ritiene opportuno di fare. Ho altre cose più importanti di cui occuparmi per la mia vita".

Il padre biologico di Massimo e Laura Letizia Bossetti è Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno deceduto nel 1999 grazie al cui profilo genetico si è giunti alla identificazione di Ignoto 1 con il muratore quale aggressore e omicida della piccola Yara.