Italia Markets open in 3 hrs 45 mins

Cassano non dribbla il Fisco: dovrà pagare 263mila euro di tasse arretrate

Redazione
Cassano non dribbla il Fisco: dovrà pagare 263mila euro di tasse arretrate

La Cassazione accoglie il ricorso dell’Agenzia delle Entrate, l’ex fantasista della Roma dovrà versare 263mila euro di contributi non pagati al suo procuratore nel periodo 2001-2006

Questa volta la magia non è riuscita ad Antonio Cassano: il Fisco lo ha marcato stretto e l’ex talento di Roma e Real Madrid dovrà pagare 263mila euro. La somma fa riferimento agli anni 2001-2006, periodo in cui Cassano giocava nella Roma.

CASSAZIONE CONTRO CASSANO

La Cassazione ha respinto il ricorso del calciatore accogliendo, invece, la tesi dell’Agenzia delle Entrate. Il motivo del contendere riguardava i fringe benefit (una voce addizionale della retribuzione che solitamente riguarda auto, case o altro) riconosciuti da Cassano al suo procuratore. Ebbene, secondo gli avvocati di “Fantantonio” questi compensi aggiuntivi non andavano tassati, una tesi accolta nelle sentenze precedenti che avevano ravvisato “incertezza interpretativa” nelle norme.

SOMME NON VERSATE

Di parere opposto, invece, la Cassazione che con ordinanza numero 3231 ha disposto il pagamento della somma di 263mila euro come recupero tassazione. “Nella specie - scrive la Corte - non si ravvisano gli indici rivelatori attestanti l'oggettiva incertezza interpretativa in merito al presupposto d'imposta ed all'interpretazione ed applicazione dell'art. 51 Tuir”.

Totti diventa imprenditore: il capitano lancia due start up

Totti diventa imprenditore: il capitano lancia due start up

LA SENTENZA

Sempre secondo i giudici, non ci sarebbero “elementi sintomatici attestanti particolari problematiche interpretative inerenti l'individuazione del presupposto d'imposta, atteso che il contribuente non ha contestato con appello incidentale la fondatezza dell'attribuzione impositiva addebitatagli”. Una sentenza dal linguaggio ubriacante quasi quanto un dribbling di Cassano – ma parlando di interpretazioni giuridiche non potrebbe essere diversamente - anche se questa volta a subire un tunnel da 263 mila euro è stato Fantantonio.