Italia markets open in 2 hours 56 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.422,90
    +126,04 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,1927
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    14.897,76
    -769,01 (-4,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    346,76
    -23,75 (-6,41%)
     
  • HANG SENG

    26.672,52
    +2,77 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Catania, orrori nella casa di riposo: anziani legati ai tavoli e insultati

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Tre dipendenti e il titolare di una casa di riposo di Aci Sant’Antonio, nel Catanese, sono ora indagati dalla Procura di Catania con l’accusa di “maltrattamenti con condotte reiterate e abituali”.

Dalle indagini dei carabinieri è emerso come “il comportamento negligente da parte del titolare abbia consentito alle tre dipendenti di maltrattare i poveretti” non solo “non prestando assistenza agli ospiti” nonostante le loro “ripetute richieste d’aiuto”, ma anche “legandoli ai tavoli o ai letti per non farli muovere”, lavandoli “con acqua fredda”. “O, per punizione – ha riferito la procura – non li cambiavano a seguito dell’espletamento dei loro bisogni fisiologici o li lasciavano nel letto con le lenzuola sporche”.

VIDEO - Pianoforte nella casa di riposo, la reazione commuove

Ma non basta. Secondo i carabinieri, le tre dipendenti erano solite “denigrare, mortificare e insultare abitualmente” gli ospiti con frasi tipo “Che schifo di persona, più schifo di te non ce n’è, ora la lascio sulla sedia tutta sporca di pipì, come i porci” (parole che, nello specifico, avrebbero rivolto a un anziano di 100 anni che per punizione è stato costretto a mettersi a letto da solo).

VIDEO - "Se ti muovi ti rompo una gamba", orrore nella casa di riposo

Inoltre, sempre secondo quanto riferito dalla Procura, “li lavavano con il sapone della lavatrice, deridendoli poi per il loro profumo di aloe vera, e cercavano di curare la scabbia, come da precise indicazioni del titolare, con semplici impacchi di olio di oliva in luogo della corretta terapia farmacologica e somministravano agli ospiti farmaci scaduti”.

In attesa del giudizio, le tre dipendenti sono state sospese dall’attività per nove mesi e il titolare per un anno.

VIDEO - In Francia arriva Zora, il robot che fa ginnastica agli anziani