Cattivo il finale di partita a Piazza Affari: -3,4%

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA29,400,30
003160.KS11.650,00-150,00
SAPMY12,980,20
E52,080,05

Un finale che sembrava già preannunciato dall’inizio quando Saipem (Other OTC: SAPMY - notizie) , alle 11, registrava un -34%. Una zavorra troppo forte per il mercato italiano che ha chiuso la partita a -3,4%. Ma procediamo con ordine. I fari sono ovviamente puntati su Saipem e sul profit warning per i target 2013 rivisti al ribasso, o addirittura dimezzati rispetto al 2012. In particolare un risultato operativo che da un iniziale proiezione di 1,6 miliardi da parte degli analisti è diventata 750 milioni nelle stime Saipem, così come un utile di 450 milioni che invece gli analisti stimavano sul miliardo. I motivi, almeno quelli ufficiali, attribuiscono le cause ad attività esterne come le “ettività ridotte nei contratti con alto margine in Medio Oriente, Nigeria e Algeria” o, come si continua a leggere nella nota “ritardi nell’assegnazione dei contratti in Venezuela, Nigeria ed Iraq”. Invece, sembra sempre più chiaro che la scure dei nuovi vertici per la razionalizzazione dei costi, sia la prima ad essere sul banco degli imputati. Inutile dire che il conto, oltre che da Eni (NYSE: E - notizie) , sarà pagato anche dal ministero del Tesoro, suo azionista di riferimento. Una serie di tagli che arriva proprio all’indomani di un’azione alquanto sospetta: un accelerated book building di titoli Saipem da parte di Bofa Merrill Lynch. Inizialmente il sospetto sul “mandante” ancora sconosciuto al momento in cui scriviamo, era caduto sul fondo Fidelity, unico azionista a detenere oltre il 2% e dal momento che la quota venduta era superiore al 2,3% ovviamente è stato il primo della list. Immediate le smentite dei rumors per voce dello stessoTom Stevenson, investment director di Fidelity in Regno Unito.

, Azione che però non ha convinto la Consob che ha aperto una indagine per chiarire la strana coincidenza e valutare se nella storia non si possano evidenziare gli estremi per un abuso di mercato attraverso l’uso di informazioni riservate.

Di (KSE: 003160.KS - notizie) riflesso, si sono registrate ovvie perdite anche per la controllante Eni che ha chiuso a 18,4 euro in calo del 4,71%. Sul fronte giudiziario, invece, l’ex amministratore delegato di Saipem, Pietro Franco Tali, ha ricevuto un avviso di garanzia in seguito al caso di corruzione registrato nel 2009 in Algeria. Risultato finale per Saipem: 20,01 euro, in ribasso del 34,28%.

E sempre parlando di traversìe giudiziarie, che ormai procedono parallelamente con l’andamento dei titoli, non poteva mancare Mps. La Fondazione si trova nuovamente a dover correre in soccorso dell’Istituto di credito, come aveva più volte fatto in passato (sebbene con risultati discutibili) e potrebbe decidere un taglio alla sua quota del 33,5% attuale e della sua presenza economica sul territorio. Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) ultime dal fronte “derivati e prodotti finanziari, vede un altro arrivato (e molti temono non sia neanche l’ultimo) dal potenziale costo di 500 milioni, chiamato Chianti classico e che si va ad aggiungere ai precedenti Santorini, Alexendria, Nota Italia e Patagonia.

Risultato finale per Mps 0,2422 euro, cioè -9,46% Come se tutto ciò non bastasse, nel primo pomeriggio sono arrivati, come una doccia fredda, anche i dati sull’economia americana con un Pil che ha visto una contrazione dello 0,1% nell’ultimo trimestre 2012, proprio mentre gli analisti americani speravano in un rialzo (si parlava addirittura di un +1,1% dopo un terzo trimestre in rialzo del 3,1%). Al centro di tutto questo i tagli della spesa pubblica che ha visto un -15%, un ritorno all’austerity dei primi anni ’70. Su base annua, almeno, si può però registrare un dato positivo con un +2,2% in rialzo rispetto al 1,8% del 2011.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.881,97 0,24% 11:19 CEST
Eurostoxx 50 3.192,46 0,23% 11:05 CEST
Ftse 100 6.679,71 0,03% 11:05 CEST
Dax 9.580,06 0,21% 11:05 CEST
Dow Jones 16.514,37 0,40% 22 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati