Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,94 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,26 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,44 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,42 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    47.274,02
    -1.683,25 (-3,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,29 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,85 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Cattolica, fondi Assogestioni presentano lista minoranza per nuovo Cda

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - I fondi azionisti di Cattolica aderenti ad Assogestioni hanno presentato una lista di minoranza per il rinnovo del Cda e per il comitato di controllo sulla gestione della compagnia veronese nella prossima assemblea di maggio.

I fondi azionisti titolari di oltre l'1,6% di Cattolica candidano Paolo Andrea Rossi, Laura Ciambelloti e Michele Rutigliano, con quest'ultimo anche candidato per il comitato di controllo, si legge in una nota del comitato dei gestori di Assogestioni.

Nell'assemblea del prossimo 14 maggio (in seconda convocazione) i soci di Cattolica sono chiamati ad eleggere il nuovo board della società che dallo scorso 1 aprile ha assunto formalmente il nuovo status giuridico di Spa dopo la storico passaggio dalla scorsa estate, dalla precedente forma cooperativa.

Dall'appuntamento uscirà un Cda profondamente rinnovato, come chiesto dall'Ivass dopo i rilievi mossi alla compagnia sotto la presidenza di Paolo Bedoni che lascerà la società.

Nei giorni scorsi il consiglio uscente ha proposto una lista di maggioranza di 15 candidati proponendo Davide Croff alla presidenza ma ricandidando l'AD Carlo Ferraresi alla guida della compagnia.

Il nuovo Cda avrà il compito di chiudere la seconda tranche di aumento di capitale da 200 milioni chiesto dalla vigilanza e di vendere le azioni proprie rivenienti dall'esercizio del diritto di recesso dei soci.

Alla data di scadenza del termine per la presentazione delle liste, ieri, era stata presentata solo una lista, ma la società ha prorogato il termine al prossimo mercoledì.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)