Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    41.162,63
    -160,24 (-0,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1916
    -0,0063 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1085
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5068
    -0,0094 (-0,62%)
     

Cavaleri (Ema): "Ritardo dei vaccini fisiologico. AstraZeneca? Valutazione matura. Dialogo su Sputnik"

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·2 minuto per la lettura
Marco Cavaleri a Che tempo che fa (Photo: che tempo che fa)
Marco Cavaleri a Che tempo che fa (Photo: che tempo che fa)

″Dobbiamo ricordarci che sono tecnologie nuove e si sta lavorando a regime per produrre lotti di vaccino uno dietro l’altro. Così da spedirli e continuare con queste campagne vaccinali così importanti. Quindi è comprensibile e fisiologico che ci siano leggeri ritardi di una o due settimane. Non è auspicabile, ma questa è la realtà dei fatti. Dobbiamo capire come ovviare a questo problema e come avere la possibilità di avere più dosi in futuro″. A parlare è Marco Cavaleri, Responsabile della Strategia per le minacce alla salute e i vaccini presso l’Ema (Agenzia Europea per i Medicinali), ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa.

Sulla valutazione del vaccino AstraZeneca: ”È matura e quindi in questa settimana il nostro comitato con tutti i paesi membri rappresentati discuterà come finalizzare questa procedura”. Cavaleri si dice quindi ottimista sull’approvazione il 29 gennaio di AstraZeneca, “ovviamente ci sono diversi aspetti da dirimere, in particolare il tipo di raccomandazione che possiamo dare su come usare questo vaccino”. A breve può arrivare la richiesta di Johnson e Johnson? “Sì, Johnson e Johnson - ha detto Cavaleri - sta conducendo un grande studio clinico in diverse parti del mondo. Sono molto vicini o hanno già raggiunto il numero di casi sufficienti per determinare se il vaccino è efficace. Uno studio molto ampio che include 40.000 soggetti. Ci aspettiamo di sapere nei prossimi giorni se i risultati sono positivi così che possiamo procedere e concludere quanto prima”.

Cavaleri ha aggiunto: “Ci sono altri vaccini in via di sviluppo come quello di Novavax e quello di Curevac, che hanno iniziato e stanno per iniziare la fase 3. Ci sono poi altri vaccini un pochino più indietro come Reithera, che usa un vettore virale non troppo dissimile da quello di AstraZe...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.