Italia markets close in 7 hours 52 minutes
  • FTSE MIB

    26.802,33
    +304,26 (+1,15%)
     
  • Dow Jones

    35.227,03
    +646,95 (+1,87%)
     
  • Nasdaq

    15.225,15
    +139,68 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.455,60
    +528,23 (+1,89%)
     
  • Petrolio

    70,78
    +1,29 (+1,86%)
     
  • BTC-EUR

    45.224,07
    +2.471,22 (+5,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.322,87
    +62,71 (+4,98%)
     
  • Oro

    1.782,40
    +2,90 (+0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1296
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • S&P 500

    4.591,67
    +53,24 (+1,17%)
     
  • HANG SENG

    23.983,66
    +634,28 (+2,72%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.211,25
    +74,14 (+1,79%)
     
  • EUR/GBP

    0,8505
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,0427
    -0,0014 (-0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,4357
    -0,0036 (-0,25%)
     

Cdm approva manovra da 30 mld. Draghi: è espansiva, accompagna la ripresa

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 ott. (askanews) - La manovra approvata dal Consiglio dei ministri "è una legge espansiva, accompagna la ripresa ed è in piena coerenza con gli altri documenti che guidano l'azione economica di questo governo, compreso il Pnrr". Lo ha detto il premier Mario Draghi, al termine del Cdm che ha varato la legge di bilancio che copre misure per 30 miliardi di euro.

"La crescita - ha spiegato il premier - sarà ben oltre il 6% probabilmente e questo è una bussola ed è la strategia di questo governo: è un momento per l'Italia molto favorevole e dobbiamo essere capaci di mantenere questa crescita anche negli anni a venire. Dobbiamo essere contenti per quello che sta succedendo, gli ultimi due trimestri sono stati notevoli e il quarto si preannuncia ugualmente positivo", ha aggiunto.

"Questa crescita non è più un obiettivo a sé stante ma si pone attenzione sull'equità, qualità, sostenibilità di questa crescita: è una novità dell'epoca che viviamo non solo noi ma è un mutamento nell'azione di tutti quelli che fanno politica economica ovunque", ha detto ancora Draghi.

Per la riduzione della pressione fiscale, ha poi precisato, "ci sono 12 miliardi di euro, non 8 miliardi come si dice in giro". "Tagliamo le tasse, stimoliamo gli investimenti, miglioriamo la spesa sociale con un'attenzione particolare a giovani e donne. Abbiamo dato priorità agli interventi che stimolano la crescita", ha spiegato. "Sempre di più si verifica che dal problema del debito pubblico si esce con la crescita", ha aggiunto.

"E' importante dire che il governo rimane disponibile al confronto con le parti sociali nelle settimane che verranno", ha assicurato ancora Draghi spiegando che sulle pensioni "l'obiettivo è tornare al contributivo ma il contributivo è una scatola dentro cui tante cose si possono aggiustare: innanzitutto la flessibilità in uscita, poi recuperare al mercato del lavoro chi è in pensione e oggi lavora in nero perché altrimenti viene punito e infine riquilibrare il rapporto che esiste per le pensioni dei giovani che oggi sono squilibrate verso pensioni basse. Ci sarà un intenso confronto con le parti sociali, con il Parlamento con tutti", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli