Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    52,04
    -1,09 (-2,05%)
     
  • BTC-EUR

    27.632,19
    +2.574,77 (+10,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    664,42
    +54,43 (+8,92%)
     
  • Oro

    1.853,00
    -12,90 (-0,69%)
     
  • EUR/USD

    1,2171
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8893
    +0,0034 (+0,38%)
     
  • EUR/CHF

    1,0772
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5497
    +0,0121 (+0,79%)
     

Cdm, Boccia: "Ci sarà inasprimento delle soglie"

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Francesco Boccia (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)
Francesco Boccia (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Nuove misure restrittive per i giorni successivi all'Epifania attraverso un decreto ad hoc. E' quello a cui dovrebbe arrivare il Consiglio dei Ministri convocato per questa sera e nel quale, per voce del ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, "ci sarà un inasprimento delle soglie. E' una misura condivisa con le regioni ieri perché tutti condividiamo la necessità, mentre si fanno i vaccini e si mettono in sicurezza gli ospedali e le reti sanitarie, di far scattare misure restrittive quando si va oltre l'1 di indice di contagio e l'1,25 nelle aree rosse".

VIDEO - Il vaccino Astrazeneca arriva nel Regno Unito

Secondo quanto si apprende, l'impostazione del nuovo decreto che andrà in Cdm questa sera e sarà in vigore fino al 15 gennaio prevede una zona gialla “rafforzata” nei giorni feriali - con il divieto di spostamento tra le regioni e la conferma della regola che prevede la possibilità di spostarsi verso un'altra abitazione nella regione per massimo due persone - e una zona arancione nel fine settimana.

Il testo prevede anche l'abbassamento della soglia dell'Rt che fa scattare il posizionamento nelle diverse fasce e che sarà in vigore da lunedì 11: con Rt ad 1 si andrà in zona arancione e con l'Rt a 1,25 in zona rossa.

LEGGI ANCHE: Covid, Bassetti: "Minacciato e insultato dai no-vax su Facebook"

Tra il 7 e il 15 gennaio niente spostamenti tra Regioni

Dopo il vertice riunito dal premier Giuseppe Conte, con il ministro Boccia, i capidelegazione della maggioranza e il Comitato Tecnico Scientifico è emersa l'idea di un "provvedimento ponte" tra il 7 e il 15 gennaio.

Due le proposte al vaglio: quella di mantenere in vigore le misure vigenti fino al 15 gennaio (arancione nei feriali e rossa nel weekend), data di scadenza dell'ultimo Dpcm, oppure di tornare in zona gialla per il 7 e 8 gennaio, per poi passare alle misure della fascia arancione il weekend del 9 e 10 e, successivamente, sulla base del monitoraggio, assegnare le fasce per la settimana seguente.

VIDEO - Covid, Gilda Insegnanti: "Senza sicurezza, no riapertura scuole"

"Rosso il prossimo weekend"

"Valutiamo l'ipotesi per il prossimo fine settimana di applicare le misure da zona rossa per i festivi e prefestivi, con la salvaguardia dei Comuni più piccoli per gli spostamenti. Dopo aver raccolto i contributi dei presidenti domani si tireranno le somme con il Governo". Così - a quanto si apprende - il ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine del vertice con le Regioni. Sempre a quanto si apprende, per i Comuni sotto i 5mila abitanti saranno comunque possibili gli spostamenti entro i 30 km, ad eccezione del Capoluogo di provincia.

Le scuole

Scuole elementari e medie tornano in presenza dal 7 gennaio, mentre sulla riapertura delle superiori diversi governatori ritengono che sia decisivo aspettare l'esito del monitoraggio, previsto l'8 gennaio.

LEGGI ANCHE: Scuola, regioni si dividono su rientro: ecco le date

VIDEO - Europa, polemiche sui lenti progressi del programma di vaccinazione