Italia Markets open in 7 hrs 37 mins

Celebrati a Vigevano i 55 anni di Fiscatech

Red

Roma, 23 nov. (askanews) - 150 dipendenti, per un fatturato ad oggi di 20 mln di euro (+20% sul 2018). Quattro milioni di MQ di ecopelle prodotti a Vigevano, 13 milioni di MQ di tessuto-non-tessuto prodotti a Cormons.

Sono solo alcuni dei numeri di Fiscatech, l'azienda dei tessuti-non-tessuti bio, 100% sostenibili, che ha celebrato a Vigevano i suoi primi 55 anni. Parte del raggruppamento di imprese Pellan Italia, presieduto dalla giovanissima Carlotta Pignatti Costamagna, Fiscatech interpreta al meglio la filosofia del Gruppo orientata verso innovazione e sostenibilità.

Proprio all'indomani dell'appello del Presidente francese Macron ai marchi francesi del lusso - perché si impegnino nella sostenibilità - Fiscatech celebra questo mezzo secolo di protagonismo nei mercati all'insegna di una innovazione di prodotto e di processo che la affaccia sul mondo della moda, testimone sempre più attivo e concreto di questo impegno. La forza di attrazione e l'influenza del fashion nell'orientare i comportamenti è destinata infatti a diventare una piattaforma di nuove e buone abitudini, un acceleratore di nuove sensibilità e nuove pratiche virtuose nel territorio della sostenibilità.

Tra gli ospiti di Fiscatech 55, Livia Pomodoro, Presidente dell'Accademia di Brera, recente protagonista della terza tappa della conferenza sulla sostenibilità organizzata a New York dal marchio Prada, intervenuta ricordando come la sostenibilità non debba essere solo interpretata dal prodotto (dai suoi componenti-contenuti) ma anche dal processo della sua produzione, vale a dire dal ciclo stesso di vita della fabbrica.

Fiscatech ricorre a prodotti bio-oriented (sfrutta la parte non-edibile del mais per costruire i materiali della coterie nella moda) e propone così un nuovo Made in Italy della sostenibilità, un vero e proprio SustainItaly dell'economia circolare. Così facendo risparmierà 130 mila litri d'acqua.

Nel corso dell'evento Fiscatech 55 Alessandro Morini, Presidente del Consiglio di Amministrazione, ha infatti sottolineato l'impegno dell'azienda per una graduale ed importante sostenibilità di processo. Il 2020 vedrà Fiscatech impegnata in un programma di sensibile riduzione del consumo di acqua, fino al 70%. Oggi l'azienda vigevanese utilizza l'acqua per il raffreddamento delle linee di produzione attraverso un sistema a circuito chiuso di alta portata, detto di scambio criogenico. E ne consuma circa 200mila litri ogni anno. L'obiettivo è ora di scendere a 60mila litri entro il primo trimestre 2021.(Segue)