Italia markets open in 1 hour 15 minutes
  • Dow Jones

    33.309,51
    +535,11 (+1,63%)
     
  • Nasdaq

    12.854,80
    +360,88 (+2,89%)
     
  • Nikkei 225

    27.819,33
    -180,63 (-0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0287
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    23.934,90
    +1.487,61 (+6,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    580,04
    +48,82 (+9,19%)
     
  • HANG SENG

    19.972,08
    +361,24 (+1,84%)
     
  • S&P 500

    4.210,24
    +87,77 (+2,13%)
     

Centinaio: censimento agricoltura, settore conferma sua resilienza

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 giu. (askanews) - "Una fotografia che restituisce il cambiamento del settore agricolo e di quello zootecnico in questi anni e che in futuro, con la trasformazione del censimento da decennale a permanente e attraverso indagini campionarie, sarà un utile strumento per un'analisi tempestiva della situazione del nostro settore primario e per mettere in campo adeguate politiche per rispondere a eventuali crisi". Così il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, commentando i primi dati del 7° Censimento generale dell'Agricoltura dell'Istat diffusi oggi.

"Negli ultimi anni si è ridotto il numero delle aziende ma sono diventate più grandi. In quasi quarant'anni sono scomparse 2 aziende su 3, ma la loro dimensione media è raddoppiata con una superficie agricola utilizzata di circa 11 ettari medi per azienda".

"Dai dati del censimento - prosegue il sottosegretario - emerge che c'è ancora molto da fare per quanto riguarda digitalizzazione e innovazione. È vero che la quota di imprese che si sono digitalizzate in dieci anni è quasi quadruplicata, portandosi al 15,8% nel 2020, ma resta bassa, e nel triennio 2018-2020, poco più di un'azienda agricola su dieci ha effettuato investimenti per innovare una o più fasi o tecniche della produzione".

Inoltre, nonostante gli effetti della pandemia, il sistema agricolo ha dimostrato un buon livello di resilienza. Oggi deve affrontare nuove difficoltà legate all'aumento dei costi produttivi, il conflitto in Ucraina e non da ultimo l'emergenza legata alla situazione climatica. "Avere informazioni dettagliate sulle dinamiche in essere consentirà di fare scelte che permettano al nostro sistema primario, fondamentale per il paese, di poter crescere e restare competitivo", conclude Centinaio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli