Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.501,36
    -834,21 (-2,94%)
     
  • Nasdaq

    11.283,97
    -264,31 (-2,29%)
     
  • Nikkei 225

    23.494,34
    -22,25 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1829
    -0,0039 (-0,33%)
     
  • BTC-EUR

    10.924,71
    -174,37 (-1,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    257,55
    -5,87 (-2,23%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,68 (+0,54%)
     
  • S&P 500

    3.380,58
    -84,81 (-2,45%)
     

CEO di Binance ‘CZ’ vuol creare un impero DeFi: prepariamoci

Fabio Carbone
·3 minuti per la lettura

Nel comparto crypto si può ben dire che il 2020 è l’anno della finanza decentralizzata (DeFi), l’enorme afflusso di denaro nei principali progetti come Chainlink (11 miliardi di USD), Uniswap ed altri ne sono la prova.

La DeFi è una cometa destinata a dissolversi come altre nell’universo nascente delle criptovalute? Oppure ha un solido futuro tutto da cogliere? Le posizioni a favore della DeFi sono autorevoli e tra esse troviamo anche quella del Ceo di Binance Changpeng Zhao (CZ). Questi sulla finanza decentralizzata vuole costruirci un impero, a partire dall’exchange decentralizzato Binance DEX.

Certo i problemi non mancano e sono di ordine tecnologico, ma questi ultimi vengono pian piano superati. Ma gli ostacoli sono anche di ordine fiduciario, nel senso che alcuni progetti hanno dimostrato di essere delle truffe belle e buone. Senza trascurare l’aspetto regolamentare che nella DeFi per ora è carente o quasi del tutto assente.

CZ e il futuro della DeFi

CZ e la sua Binance per ora sperimentano, la posizione è quella di vedere cosa viene sviluppato in questo settore da altri (su Ethereum) e copiarlo su Binance Chain per capire come funziona. Molti dei progetti presenti sulla blockchain di Binance, spiega Decrypt, sono dei fork di Uniswap, Curve, Compound, ecc.

Molti dei progetti realizzato non durano più di due settimane spiega ancora Zhao, ma l’obiettivo è proseguire su questa strada per trovare quel progetto che non abbia tanto l’obiettivo di far arricchire qualche balena o una manciata di super sofisticati utenti della DeFi, no. L’obiettivo di CZ è trovare quello o quei progetti che hanno “un valore di lunga durata”, spiega a Decrypt.

Progetti che servono le persone e che risolvono i problemi reali della gente e delle imprese. Questo l’obiettivo di CZ e questa strada, secondo lui, è quella corretta da seguire affinché la finanza decentralizzata possa davvero contare qualcosa nell’ambito della fintech.

CZ e il sogno del DEX

Gli exchange decentralizzati si possono considerare l’essenza o una delle essenze della DeFi, e CZ non nasconde il suo sogno di trasformare Binance in un DEX.

Perché? Meno regole, meno avvocati, meno problemi.

Secondo il Ceo di Binance gestire un DEX è più semplice perché non devi occuparti delle regole conosci il tuo cliente (KYC), non hai bisogno di un gruppo di avvocati ed esperti di normative finanziarie internazionali.

“Tutto ciò di cui hai bisogno è di un gruppo di sviluppatori e del contributo della community”, così racconta durante l’intervista concessa a Decrypt.

DeFi senza o con poche regole: un sogno

Ma davvero la finanza decentralizzata potrà vivere con poche o addirittura priva di regole? Non chiediamolo a noi stessi, perché la risposta è ovvia: sì, la DeFi senza regole deve esistere.

Chiediamolo invece alle autorità internazionali che gestiscono e sviluppano le linee guida e i regolamenti in ambito economico e finanziario, chiediamolo alle autorità nazionali a cui spetta la vigilanza sugli strumenti finanziari utilizzati dai cittadini.

Temo che questi ultimi non sarebbero affatto d’accordo con noi, quindi, se la DeFi dovesse strutturarsi e assumere dimensioni consistenti, è facile ipotizzare che nasceranno leggi per dare regole anche agli operatori coinvolti nella DeFi.

CZ forse ne resterà deluso, ma legali e professionisti di cui si avvale no.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: