Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.967,82
    -129,44 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    11.322,24
    +194,39 (+1,75%)
     
  • Nikkei 225

    26.423,47
    +269,66 (+1,03%)
     
  • EUR/USD

    1,0268
    -0,0156 (-1,50%)
     
  • BTC-EUR

    19.870,68
    +347,58 (+1,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,95
    +3,93 (+0,89%)
     
  • HANG SENG

    21.853,07
    +22,72 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    3.831,39
    +6,06 (+0,16%)
     

Cia-Agricoltori italiani, Cristiano Fini nuovo presidente

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 mag. (askanews) - Cristiano Fini è il nuovo presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani. Imprenditore modenese, di Castelfranco Emilia, 50 anni, è stato nominato dall'VIII Assemblea elettiva, riunita a Roma presso il Teatro Eliseo e composta da 399 delegati, in rappresentanza dei quasi 900 mila iscritti in tutt'Italia.

Fini, agrotecnico - informa una nota della Cia - è il titolare di un'azienda agricola e vitivinicola con 13 ettari investiti a vigneto biologico, già presidente di Cia Emilia-Romagna dal 2018 e, precedentemente, di Cia Modena. Fa parte del Consiglio di amministrazione di Cantine Riunite Civ ed è stato membro della Giunta Camerale di Modena. Ora sarà alla guida della Confederazione per i prossimi quattro anni, succedendo a Dino Scanavino, al vertice di Cia negli ultimi 8 anni.

Ha dichiarato il neo-presidente: «Stiamo attraversando una fase davvero complicata: la pandemia, la guerra, i rincari eccezionali delle materie prime, il rischio di una crisi energetica e alimentare, i cambiamenti climatici. Eppure il nostro settore, con tutte le difficoltà resta uno dei cardini dell'economia nazionale. Il valore aggiunto dell'agricoltura italiana, pari a 33 miliardi circa, resta il più elevato dell'Ue. Il sistema agroalimentare, nel suo insieme fa il 15% del Pil. Ecco perché possiamo e dobbiamo lottare, rimettendo al centro le nostre priorità, le nostre battaglie».

Nella sua relazione durante l'assemblea elettiva, Fini ha evidenziato alcune priorità, tra cui: filiere produttive e reddito equo, tecnologie, invasi per gestire la siccità, assicurazioni per le calamità, manodopera nei campi, ripristino dei voucher, ricambio generazionale, pensioni, gestione della fauna selvatica e Psa, relazioni con i consumatori.

Dichiara Daniela Ferrando, presidente provinciale Cia Alessandria, delegata a Roma per l'Assemblea elettiva: «Ci congratuliamo con il nuovo eletto e ringraziamo Scanavino per l'impegno degli ultimi otto anni. Condividiamo gli argomenti presentati da Fini all'Assemblea e collaboreremo con lui presentando le segnalazioni dal nostro territorio e proponendo strategie di risoluzione. Lo farò personalmente, essendo stata eletta tra i quattro delegati per il Piemonte».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli