Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.468,25
    -21,82 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    11.516,08
    +97,93 (+0,86%)
     
  • Nikkei 225

    26.402,84
    -508,36 (-1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0606
    +0,0140 (+1,34%)
     
  • BTC-EUR

    28.481,47
    +766,72 (+2,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    671,75
    +19,52 (+2,99%)
     
  • HANG SENG

    20.120,68
    -523,62 (-2,54%)
     
  • S&P 500

    3.933,92
    +10,24 (+0,26%)
     

A Cibus il Frantoio Sant’Agata punta sull’oliva taggiasca

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 mag. (askanews) - Il Frantoio di Sant'Agata d'Oneglia sbarca a Cibus e punta sull'oliva Taggiasca, introducendo anche nuovi prodotti ricavati dalla pianta dell'ulivo. La nuova produzione, che usa non solo il frutto ma anche le foglie e parte della pianta, rende il progetto della famiglia Mela sempre più legato ad un concetto di sostenibilità.

Le novità sono state prodotte creando il minor scarto possibile dalla pianta: le foglie sono state utilizzate per la preparazione di un decotto dalle proprietà salutistiche e antiossidanti, perfetto per la preparazione di bevande fredde, calde e di brodi vegetali.

I frutti invece, le Olive Taggiasche in particolare, vengono unite al radicchio e lavorate per creare una crema perfetta per condire pasta e bruschette. Infine, l'olio extravergine d'oliva estratto da sole olive taggiasche è utilizzato per preparare la pasta d'acciughe, il trito di erbe aromatiche e la salsa verde e ancora per conservare i carciofini extra all'arancia.

L'impiego in cucina di questi prodotti verrà raccontato da tre giovani cuochi: Maurizio Pinto del Ristorante Voltalacarta di Genova, Stefano Cavada e lo chef Federico Sisti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli