Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.160,85
    -33,45 (-0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Ciclone mediterraneo nel weekend, nubifragi e venti di tempesta al Sud

(Adnkronos) - A un mese dal Natale il freddo non è ancora arrivato, in compenso il maltempo di stampo autunnale colpirà le regioni meridionali per tutto il weekend con potenziali fenomeni alluvionali. Un nuovo ciclone infatti si approfondirà sul Mar Tirreno generando piogge torrenziali, specie verso la Calabria ionica con venti di tempesta.

Antonio Sanò, direttore e fondatore de iLMeteo.it, avvisa infatti di prestare la massima attenzione al nuovo ciclone, già dalle prossime ore: nel dettaglio le prime piogge, a tratti forti, arriveranno in Sardegna e poi verso Liguria di Levante ed Alta Toscana, dal pomeriggio. Anche sul settore tirrenico tra Lazio e Campania giungeranno i primi rovesci, in particolare in serata.

La giornata peggiore però sarà il sabato con possibili nubifragi sparsi su tutto il Centro-Sud, meno probabili in Toscana e nord Marche. Al settentrione invece il tempo sarà asciutto salvo qualche acquazzone al mattino in Romagna. Questo nuovo ciclone porterà anche venti forti ‘a rotazione ciclonica’: a rotazione ciclonica significa che la direzione del vento sarà antioraria intorno al minimo di bassa pressione. Ad esempio, quando il ciclone si troverà sul Tirreno Centrale, avremo venti prevalenti da Nord-est sull’Alto Adriatico, da Nord-ovest sulla Sardegna, da Sud in Sicilia e da Sud-est sul Basso Adriatico.

A proposito di venti, la domenica vedrà un ulteriore drammatico rinforzo di Eolo. Sono attesi venti di tempesta sui versanti ionici di Calabria e Sicilia; dopo il passaggio del Ciclone Poppea ancora si contano i danni lungo le coste e questo nuovo ciclone potrebbe purtroppo causare un’ulteriore violenta erosione delle coste e minacciare strutture ed edifici fragili. Dal punto di vista delle piogge, se l’occhio del ciclone domenica ‘vagherà’ ancora intorno all’arcipelago di Malta, avremo nubifragi persistenti sui versanti ionici di Calabria e Sicilia: in questo modo nel weekend potrebbero cadere 200 mm di pioggia in 48 ore su queste 2 regioni. Come facciamo spesso, ricordiamo che 200 mm di pioggia sono l’equivalente di 4 bidoni da 50 litri rovesciati su ogni metro quadrato di superficie: una quantità esagerata, in altri termini il volume contenuto in mezza vasca da bagno. Prestate dunque attenzione nel fine settimana; in seguito, i giorni che ci traghetteranno verso il mese di dicembre (la nuova settimana) potrebbero essere meno violenti (anche se ci aspettiamo altre piogge) ma in linea generale più freddi: al Nord inizierà un anticipo d’Inverno.

Oggi, venerdì 25 novembre - Al Nord: nebbie notturne poi parziale aumento delle nubi. Al Centro: peggioramento sulla Sardegna poi verso le regioni tirreniche dal pomeriggio. Al Sud: tempo più soleggiato poi in peggioramento serale.

Domani, sabato 26 novembre - Al Nord: sole ma freddo al mattino, qualche piovasco in Romagna. Al Centro: piogge diffuse, meno su Toscana e Sardegna. Al Sud: rovesci diffusi sul basso Tirreno, in estensione alle regioni ioniche ed in intensificazione serale. Neve in Appennino. Venti in rinforzo a rotazione ciclonica.

Domenica 27 novembre - Al Nord: sereno salvo qualche nebbia notturna. Al Centro: nubi e qualche piovasco soltanto sulle Adriatiche, sereno altrove. Al Sud: ancora rovesci e venti di tempesta, specie sui versanti ionici. Neve in Appennino fino ai 1200 metri.

Tendenza - tempo in prevalenza asciutto lunedì 28 novembre poi nuovo ciclone sull’Italia. Più freddo al Nord.