Italia markets close in 7 hours 18 minutes
  • FTSE MIB

    21.421,87
    +214,62 (+1,01%)
     
  • Dow Jones

    29.260,81
    -329,60 (-1,11%)
     
  • Nasdaq

    10.802,92
    -65,00 (-0,60%)
     
  • Nikkei 225

    26.571,87
    +140,32 (+0,53%)
     
  • Petrolio

    77,72
    +1,01 (+1,32%)
     
  • BTC-EUR

    20.985,31
    +1.137,96 (+5,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    461,31
    +28,21 (+6,51%)
     
  • Oro

    1.643,80
    +10,40 (+0,64%)
     
  • EUR/USD

    0,9629
    +0,0018 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    3.655,04
    -38,19 (-1,03%)
     
  • HANG SENG

    17.877,55
    +22,41 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.385,36
    +42,80 (+1,28%)
     
  • EUR/GBP

    0,8918
    -0,0078 (-0,87%)
     
  • EUR/CHF

    0,9532
    -0,0014 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3173
    -0,0023 (-0,17%)
     

Cina, indossa un kimono e si fa fotografare: arrestata

(Adnkronos) - Una donna cinese è stata fermata dalla polizia e trattenuta per ore con l'accusa "di aver provocato liti e disordini" indossando un kimono giapponese per farsi riprendere in foto mentre girava per strada nella città di Suzhou. La donna ha spiegato di essere una cosplayer, di aver cioè indossato per gioco il costume e una parrucca per immedesimarsi in un popolare personaggio della serie di manga shōnen Summer Time Rendering. Mentre assieme al fotografo era impegnata a realizzare gli scatti è stata avvicinata da un ufficiale di polizia, come testimoniato da un video postato sui social.

Nel video, si vede la donna giustificarsi con l'agente che però le contesta di non aver indossato l'abito tradizionale cinese Hanfu: "Se fossi venuta indossando l'Hanfu non direi questo. Ma indossi un kimono, da cinese. Sei una cinese! O no?". A questo punto la donna chiede perché sia oggetto di rimproveri e urla, e l'agente le spiega che è sospettata "di provocare liti e disordini", accusa genericamente riservata a dissidenti, giornalisti e attivisti. Il video si conclude dopo che la donna viene portata via.

La giovane ha riferito che si trovava in una strada famosa per i suoi ristoranti giapponesi quando l'agente le si è avvicinato. Quindi è stata portata alla stazione di polizia, interrogata per circa cinque ore, fino all'una di notte. Il suo telefono è stato controllato ed il kimono sequestrato. Le è stato anche detto di non riferire dell'incidente online, dove il video è stato invece visto da decine di milioni di persone e ha suscitato accese discussioni sui social media.