Italia markets open in 49 minutes
  • Dow Jones

    34.584,88
    -166,42 (-0,48%)
     
  • Nasdaq

    15.043,97
    -137,93 (-0,91%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1721
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • BTC-EUR

    39.011,20
    -2.325,15 (-5,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.143,57
    -81,96 (-6,69%)
     
  • HANG SENG

    24.125,79
    -794,97 (-3,19%)
     
  • S&P 500

    4.432,99
    -40,76 (-0,91%)
     

Cina, manifattura e consumi in difficoltà su disagi forniture per Covid-19

·1 minuto per la lettura
Operai a lavoro in industria cinese

PECHINO (Reuters) - I settori manifatturiero e retail della Cina hanno sofferto nel mese di agosto, con la crescita della produzione e delle vendite che hanno toccato i minimi di un anno sulla scia dei nuovi focolai di coronavirus e dei problemi di fornitura che hanno minacciato l'impressionante ripresa economica del Paese.

La produzione industriale è aumentata del 5,3% nel mese di agosto da un anno prima, in rallentamento rispetto all'aumento del 6,4% di luglio e al ritmo più debole da luglio 2020, emerge dai dati dell'Ufficio Nazionale di Statistica.

Il dato è inferiore al +5,8% previsto dagli analisti.

Anche la spesa dei consumatori ha subito un duro colpo a causa dell'aumento dei casi locali di Covid-19 e delle alluvioni, con le vendite che sono aumentate solo del 2,5% ad agosto rispetto a un anno fa, molto meno rispetto all'aumento del 7,0% previsto e al ritmo più lento dall'agosto dello scorso anno.

"I recenti dati economici riflettono che la domanda complessiva è ancora debole nell'economia, vulnerabile a sporadici focolai di Covid-19, ma alcuni settori sono surriscaldati, a giudicare dai prezzi persistentemente alti delle materie prime", ha detto Nie Wen, economista a Shanghai presso Hwabao Trust.

"I responsabili politici dovranno affrontare un dilemma in termini di come rispondere a una situazione come questa".

I colli di bottiglia della catena di approvvigionamento, le carenze di semiconduttori, le restrizioni sulle industrie altamente inquinanti e il giro di vite sul settore immobiliare hanno colpito le attività della seconda economia più grande del mondo.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli