Italia markets open in 8 hours 20 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    -0,0027 (-0,22%)
     
  • BTC-EUR

    26.697,69
    -792,04 (-2,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    653,79
    -23,11 (-3,41%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

I cinque migliori ETF per il portafoglio 2021

Paolo Crociato
·8 minuto per la lettura

Come già anticipato la scorsa settimana, la prima parte della edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio ETF Italia, con l'analisi dei cinque migliori ETF per il 2021, su cui investiremo maggiormente per il nuovo anno. Nella seconda parte, nella sezione riservata ai modelli azionari a rendita, analizziamo nel dettaglio il portafoglio Top Dividend, composto attualmente da 10 aziende internazionali ad elevato dividendo, con una rendita media superiore al 6% annuo ed un track record di almeno 25 anni consecutivi di crescite.

Continua senza sosta il grande boom internazionale degli ETF, che hanno messo a segno una crescita esponenziale anche per il 2020. Oltre dieci anni fa, quando abbiamo lanciato il nostro portafoglio basato esclusivamente su un paniere di ETF internazionali, non avremmo mai potuto immaginare il grande successo prodotto da questi strumenti negli anni successivi. Secondo quanto comunicato da Borsa Italiana, il 2020 è stato un anno di record per il mercato ETFplus con una raccolta complessiva di 10,80 miliardi di euro e 134 nuovi strumenti quotati. A fine dicembre 2020 gli asset in gestione del mercato ETFplus hanno raggiunto il record di 101,59 miliardi di euro (+15,11% rispetto all'anno precedente), di cui un record di 93,97 miliardi in ETF (+15,22%) e 7,63 miliardi in ETC/ETN (+13,82%), portando a 1335 il numero degli strumenti disponibili sul mercato ETFplus, di cui 1117 ETF e 218 ETC/ETN. Si tratta di numeri che evidenziano il crescente interesse degli investitori per questi efficienti strumenti low cost che permettono di costruire dei portafogli ben diversificati, anche con piccole disponibilità finanziarie. In aggiunta, molti di questi strumenti sono strutturati per la distribuzione di dividendi regolari ai partecipanti, rendendoli adatti ad investitori che come noi desiderano costruire nel tempo delle rendite passive crescenti, potenzialmente in grado di integrare le entrate dell'attività lavorativa, fino ad arrivare ad una completa indipendenza finanziaria. In questo contesto, nell'anno appena concluso abbiamo incassato un totale di 3.881,60 euro, al netto delle ritenute fiscali (circa 5.200 euro lordi, calcolati con una ritenuta fiscale media del 25,3%, considerando la gran parte dei dividendi tassata al 26% e una parte più ridotta del portafoglio tassata al 12,5% in quanto costitutita da titoli di stato esteri.) Su un totale di 20 ETF e una SIIQ attualmente presenti nel modello, 18 strumenti sono a distribuzione e 3 ETF sono ad accumulo dei dividendi. Il rendimento generato nel 2020 dai soli dividendi ammonta al 3,8% annuo sulla parte del portafoglio a distribuzione, e al 3,4% annuo sul totale del portafoglio. Il fondo con il dividendo più elevato è un ETF specializzato nelle società di infrastrutture petrolifere, con una rendita del 7,1% annuo (distribuito in rate trimestrali) sulle attuali quotazioni. Il settore petrolifero viene considerato dagli analisti come uno dei più promettenti per il 2021 dopo la debolezza dell'anno appena trascorso, e su queste basi questo ETF sarà uno dei cinque fondi TOP selezionati per il nuovo anno. In termini assoluti, il fondo che ha generato le rendite più elevate per il nostro portafoglio è un particolare ETF azionario globale che raggruppa le 100 società quotate su tutte le borse mondiali con i dividendi più elevati. Su questo ETF abbiamo incassato un dividendo annuale di 540,85 euro, corrispondenti ad un rendimento lordo del 4,8% sulle attuali quotazioni di borsa e del 6,1% sui nostri prezzi originali di carico. Sulla base del rendimento elevato, anche questo ETF fa parte dei titoli TOP per il 2021. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio ETF Italia

Descrizione portafoglio ETF Italia: Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da 20 ETF e 1 SIIQ, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni ETF. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni ETF con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Composizione del portafoglio

Attualmente, il modello presenta una ripartizione diversificata, con il 63,9% in azioni internazionali, 19,9% in obbligazioni, 13,1% in immobiliare e 2,9% in oro, per un totale di 21 strumenti. Vediamo ora i cinque ETF Top selezionati come preferiti per il 2021 all'interno del nostro portafoglio. Complessivamente, questi ETF incidono per una quota pari al 27% del modello, e fanno parte di un portafoglio più ampio che varia durante il corso di ogni mese. In aggiunta, i singoli ETF sono pesati ciascuno in modo diverso. Per visualizzare le percentuali attribuite per ogni fondo e per restare aggiornato su tutte le variazioni settimanali del nostro modello è necessaria la registrazione al Secondo Livello.

Boom di raccolta sugli ETF - Cinque ETF TOP per il portafoglio 2021

ETF 1 - Dividendo 4,8% annuo - Xtrackers Stoxx Global Select Dividend 100 Swap UCITS ETF 1D, quotato a Milano con simbolo XGSD.MI e codice Isin LU0292096186. Questo particolare ETF ad elevata rendita da dividendo permette di investire nelle 100 azioni a maggiore dividendo di tutto il mondo e presenta multipli particolarmente attraenti, con un price earning medio pari a sole 12 volte gli utili attesi per l'anno in corso. Questo ETF è uno strumento comodo ed efficace, particolarmente adatto per chi vuole ottenere nel tempo rendite annuali stabili, senza rinunciare a potenziali capital gain di medio lungo termine. Grazie alle sue strategie gestionali mirate decisamente all’ottenimento di dividendi elevati, questo ETF distribuisce ad aprile di ogni anno una cedola cumulativa che raggruppa i vari dividendi incassati sulle singole partecipazioni. Il fondo investe attualmente in 19 paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Hong Kong, Gran Bretagna, Australia, Canada e Singapore. Le società da includere nel fondo vengono filtrate in base a rigidi criteri di screening. Si parte da un universo di oltre 1800 azioni analizzate a livello globale. Tra queste, vengono isolate solamente quelle che non hanno riscontrato diminuzioni del dividendo nel corso degli ultimi cinque anni, per puntare su una maggiore stabilità futura delle cedole. A rafforzamento dei criteri di selezione, vengono scelte le migliori aziende in base al Pay Out, ossia la quota dell’utile che viene pagata agli azionisti sottoforma di dividendo, e che non deve essere superiore al 60% per i titoli Europei e 80% per i titoli Americani e dell’Asia Pacifico. Al termine del processo di selezione, vengono privilegiati i 100 migliori titoli in base alle performance ottenute.

ETF 2 - Dividendo 7,1% annuo - US Energy Infrastructure MLP UCITS ETF, quotato a Milano con simbolo MLPI.MI e codice Isin E00BHZKHS06. Questo fondo distribuisce una rendita elevata a cadenza trimestrale investendo sulle grandi infrastrutture petrolifere Usa, settore particolarmente depresso dopo il calo della domanda dovuta al Coronavirus. Oggi, il settore torna ad essere al centro dell'attenzione degli analisti e viene considerato come uno dei comparti che potrebbe performare in modo superiore per il nuovo anno. La distribuzione annua dei proventi sotto forma di cedole è supportata dalla particolare tipologia delle società operanti in questo settore strategico, generalmente strutturate come Master Limited Partnership (MLP). A differenza delle altre società quotate a Wall Street, le MLP non pagano alcuna imposta sul reddito di impresa e sono quindi in grado di trasferire una porzione superiore dei propri utili agli investitori sotto forma di rendimento del capitale. Attualmente, la maggior parte delle MLP opera sul mercato dell'energia, petrolio greggio e gas naturale, a livello di esplorazione, sviluppo, produzione, trasformazione, raffinazione, trasporto, stoccaggio e commercio delle risorse naturali.

ETF 3 - Dividendo 5,3% annuo -WisdomTree Emerging Markets Equity Income UCITS ETF, quotato a Milano con simbolo DEM.MI e codice Isin IE00BQQ3Q067. Questo particolare ETF punta alle crescite economiche superiori previste per i paesi emergenti e investe in un ampio paniere di quasi 600 società leader per dividendo dei paesi emergenti, con società selezionate a Taiwan, Russia, Cina, Hong Kong, India, Indonesia, Corea del Sud, Sud Africa, Brasile, ed altri paesi. Il fondo presenta valutazioni attraenti, e quota oggi a sole a 8,5 volte gli utili attesi per l'anno in corso, con un dividendo medio pari a 5,3% annuo. Con questi multipli, le valutazioni appaiono scontate di quasi due terzi rispetto a quelle di Wall Street. In aggiunta, investendo in quasi 600 società di diversi paesi, il nuovo ETF che analizziamo oggi risulta ben diversificato, e può essere utilizzato per costruire un portafoglio azionario a rendita che punti a crescite superiori in un'ottica di lungo termine Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online