Italia markets open in 7 hours 55 minutes
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,2044
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    46.495,86
    -562,99 (-1,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.273,66
    -25,30 (-1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

Citigroup: no videochiamate Zoom il venerdì e fuori dall'orario di lavoro

Gaia Terzulli
·1 minuto per la lettura
Citigroup: no videochiamate Zoom il venerdì e fuori dall'orario di lavoro
Citigroup: no videochiamate Zoom il venerdì e fuori dall'orario di lavoro

L'ha deciso l'ad per garantire ai dipendenti un più sano equilibrio tra lavoro e vita privata. In futuro si andrà in ufficio tre giorni su cinque

Basta stacanovismo. Fa male e non è sostenibile. Lo dice chiaramente Jan Fraser, amministratore delegato della multinazionale americana Citigroup, che intende istituire un protocollo per vietare le chiamate via Zoom il venerdì e nel fine settimana, così da garantire ai dipendenti un più sano equilibrio tra lavoro e vita privata.

EVITARE IL BURNOUT

L’iniziativa si chiamerà City Reset Day e mira a evitare il burnout dei lavoratori, fenomeno assai diffuso e che la pandemia non ha fatto che amplificare. “L’offuscamento dei confini tra casa e lavoro ha messo a dura prova il nostro benessere, semplicemente non è sostenibile”, ha detto Fraser.

CHIAMATE SOLO IN ORARIO D'UFFICIO

Nel vademecum pronto a entrare in vigore le chiamate via Zoom saranno vietate il venerdì, mentre le riunioni interne potranno tenersi telefonicamente per evitare una permanenza eccessiva davanti allo schermo, ma dovranno svolgersi entro l’orario lavorativo, non più anche nel weekend.

VERSO L'ALTERNANZA CASA-UFFICIO

“La pandemia – spiega l’ad di Citigroup – ha aperto le porte a nuovi modi di lavorare e ha dimostrato che siamo in grado di adattarci e persino di avere successo nelle avversità. Niente dovrebbe impedirci di costruire una banca che vince, una banca che difende l’eccellenza e una banca con un’anima”. Per rendere tutto questo possibile, Fraser non esclude di far tornare i suoi dipendenti a lavorare in ufficio tre giorni su cinque, appena le condizioni lo permetteranno. Gli altri due giorni si potranno condurre in smart working.