Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.709,56
    -254,37 (-0,98%)
     
  • Dow Jones

    34.584,88
    -166,44 (-0,48%)
     
  • Nasdaq

    15.043,97
    -137,96 (-0,91%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,71 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    71,96
    -0,65 (-0,90%)
     
  • BTC-EUR

    40.887,59
    +141,43 (+0,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.193,48
    -32,05 (-2,62%)
     
  • Oro

    1.753,90
    -2,80 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1732
    -0,0040 (-0,34%)
     
  • S&P 500

    4.432,99
    -40,76 (-0,91%)
     
  • HANG SENG

    24.920,76
    +252,91 (+1,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.130,84
    -39,03 (-0,94%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,0927
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4966
    +0,0044 (+0,29%)
     

Claudio Borghi: "No al Green Pass per i prof. Ma ne discuteremo"

·3 minuto per la lettura
ROME, ITALY - January 23: Claudio Borghi candidate for the Northern League ( Lega Nord) during a press meeting, on January 23, 2018 in Rome, Italy. The Italian General Election takes place on March 4th 2018. (Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images) (Photo: Simona Granati - Corbis via Getty Images)
ROME, ITALY - January 23: Claudio Borghi candidate for the Northern League ( Lega Nord) during a press meeting, on January 23, 2018 in Rome, Italy. The Italian General Election takes place on March 4th 2018. (Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images) (Photo: Simona Granati - Corbis via Getty Images)

Claudio Borghi, il deputato che ha annunciato la presentazione di ben 916 emendamenti al decreto Green pass da parte della Lega, è contrario anche al pass vaccinale per gli insegnanti che definisce “un obbligo camuffato. Il tampone nelle 48 ore prima? Un professore si giocherebbe così metà stipendio”. Ma il leghista non esclude che alla fine possa essere proprio questa la mediazione che la maggioranza raggiungerà.

Onorevole Borghi, 916 emendamenti al decreto Covid sul Green pass, presentato dal governo di cui fate parte, non le sembrano un po’ troppi per essere un partito di maggioranza? Possiamo parlare di ostruzionismo per boicottare il nuovo provvedimento, quello sulle regole che riguarderanno gli insegnanti?

Ostruzionismo è quando non vuoi far procedere un testo. 900 emendamenti invece sono un segnale politico, indica che non siamo d’accordo su un testo presentato dal Consiglio dei ministri, come i 5Stelle non erano d’accordo sulla Giustizia e si è aperto un dibattito. Spero che la Lega non sia da meno in questa coalizione.

Procediamo con ordine. In commissione alla Camera state esaminando il decreto che entra in vigore il 6 agosto e che introduce il certificato di avvenuta vaccinazione o il tampone eseguito nelle 48 ore prima per accedere a ristoranti, musei, piscine, spettacoli aperti al pubblico, sagre, fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento. Quali sono i punti che chiedete di modificare?

Sono notoriamente contrario al Green pass, in quanto obbligo camuffato. Di fronte a questo vulnus iniziale diventa quasi fastidioso andare a cercare le ragioni scientifiche delle decisioni che su determinate misure non esistono. La stragrande maggioranza delle persone considerate a rischio si sono vaccinate. Alle percentuali vaccinate degli over 60 per esempio non si aggiungono quelle dei guariti. Emergerebbe che le persone che dovevano mettersi in sicurezza in gran parte l’hanno già fatto, non capisco quale sia il motivo per cui si debbano costringere persone che a rischio non sono.

In realtà 2,4 milioni di over 60 non sono vaccinati. Difficile che tutti questi abbiano contratto il Covid. Davanti a questi numeri non crede che il Green pass sia necessario?

I guariti “ufficiali” sono quasi 5 milioni e di loro si parla poco. Comunque parlare di vaccino con un sistema discriminatorio come è quello del Green pass mi vede fortemente contrario. La scelta del Green pass come mezzo di discriminazione è platealmente contraria al regolamento europeo. Noi chiediamo la tutela dei lavoratori, delle aziende, dei bar e dei ristoranti. E ovviamente la priorità assoluta deve essere escludere i minorenni dal Green pass.

Passiamo invece al capitolo scuole, il cui decreto deve essere approvato domani dal Consiglio dei ministri. Alcuni partiti di maggioranza si sono espressi a favore dell’obbligo vaccinale per gli insegnanti, voi contrari. Il Green pass, quindi tampone ogni 48 ore o il vaccino, potrebbe essere una mediazione?

Se chiederanno il mio parere io dirò no, ma se ne discuterà. Come dice Matteo Salvini io voglio un insegnante preparato, non starò certo a chiedergli il certificato vaccinale o il tampone eseguito 48 ore prima. Si giocherebbe tutto lo stipendio in tamponi al di là della scomodità. Tra l’altro, a questo punto, il tampone dovrebbe essere fatto da tutti perché, come indicano i dati provenienti dall’estero, tra un po’ diventerà sempre più evidente che anche il vaccinato può contagiare.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli