Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.746,82
    -522,34 (-1,52%)
     
  • Nasdaq

    13.068,07
    -321,36 (-2,40%)
     
  • Nikkei 225

    28.147,51
    -461,08 (-1,61%)
     
  • EUR/USD

    1,2082
    -0,0070 (-0,58%)
     
  • BTC-EUR

    44.940,06
    -2.143,93 (-4,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.460,30
    -103,53 (-6,62%)
     
  • HANG SENG

    28.231,04
    +217,23 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.076,24
    -75,86 (-1,83%)
     

Clienti Tax Free confermano il desiderio di tornare a viaggiare

Red
·2 minuto per la lettura

Roma, 18 nov. (askanews) - Anche quest'anno Global Blue - società leader nel settore del Tax Free Shopping - ha partecipato all'Osservatorio Altagamma. Svoltasi in modalità digitale, l'edizione 2020 ha centrato il dibattito sullo stato di salute del comparto lusso in conseguenza della crisi pandemica: dalla reazione dei mercati e dei consumatori alle nuove strategie e prospettive per il 2021. Nel corso del panel "Navigare nella tempesta", che ha visto coinvolti Lorenzo Bertelli (Head of Marketing e Head of CSR, Prada Group), Gabriele Del Torchio (Presidente e CEO, Design Holding), Alberto Galassi (CEO, Ferretti Group) e Bob Kunze-Concewitz (CEO, Campari Group), è intervenuto Pier Francesco Nervini, COO North & Central Europe & Global Accounts di Global Blue, per riassumere lo stato attuale del settore Tax Free in Italia. "Sono convinto che, non appena saranno rimossi i vincoli di quarantena legati ai viaggi, i flussi turistici verso l'Europa torneranno ad aumentare", ha dichiarato Nervini. "Infatti - ha proseguito - dalle nostre ricerche sui clienti Tax Free emerge un incremento della "propensione al viaggio", che nel mese di ottobre ha raggiunto una percentuale del 66%. Un importante punto di partenza saranno gli accordi bilaterali (si prenda ad esempio quelli che stanno firmando Hong Kong e Singapore), in grado di accelerare il ritorno a importanti volumi di vendita. Almeno per il prossimo anno, bisogna attendersi che le dinamiche concorrenziali fra brand e l'attrattività dei singoli mercati verranno influenzate anche dalle politiche dei singoli Stati in termini di accordi e quarantene". Infine, un riferimento alla situazione pandemica in relazione all'utilizzo di nuovi strumenti tecnologici: "Crediamo fortemente che il Covid sia anche un acceleratore per la digitalizzazione. Tuttavia, continuiamo a pensare che l'esperienza fisica dello shopping alto di gamma legata al viaggio sia ancora determinante: per questo Global Blue ha confermato negli ultimi mesi gli investimenti sia nella digitalizzazione del flusso tax free che volti a continuare a garantire la presenza diretta a sostegno dei nostri clienti", ha concluso Nervini.