Italia markets close in 8 hours 20 minutes
  • FTSE MIB

    26.619,25
    +590,35 (+2,27%)
     
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • Petrolio

    86,96
    -0,39 (-0,45%)
     
  • BTC-EUR

    32.273,83
    -1.392,48 (-4,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    823,72
    -32,09 (-3,75%)
     
  • Oro

    1.809,00
    -20,70 (-1,13%)
     
  • EUR/USD

    1,1206
    -0,0039 (-0,35%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     
  • HANG SENG

    23.763,84
    -526,06 (-2,17%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.164,60
    +86,34 (+2,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8351
    +0,0003 (+0,04%)
     
  • EUR/CHF

    1,0379
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4248
    +0,0015 (+0,10%)
     

Clima, in 2021 oltre 170 mld di dollari di danni da calamità

·1 minuto per la lettura

Nel 2021 le dieci principali catastrofi meteorologiche nel mondo sono costate oltre 170 miliardi di dollari di danni. Il bilancio delle vittime, invece, si attesta almeno a 1.075 morti mentre queste calamità hanno costretto allo spostamento oltre 1,3 milioni di persone. E' quanto emerge dal report dell'ong britannica Christian Aid. Nel 2020, sempre secondo l'ong, i danni legati alle catastrofi naturali erano ammontati a 150 miliardi di dollari mentre nel 2019 erano ammontati a circa 135 mld di dollari.

A provocare più danni è stato l'uragano Ida (65 miliardi di dollari e 95 morti) tra il 28 agosto e il 2 settembre 2021. Seguono le innondazioni di luglio in Europa (Germania, Francia, Paesi Bassi, Lussemburgo) che hanno provocato danni per 43 miliardi di dollari (240 morti) e la tempesta invernale in Texas negli Stati Uniti tra il 2 e il 20 febbraio 2021 che ha provocato danni per 23 miliardi di dollari (210 morti).

I costi del cambiamento climatico, rileva Kat Kramer, responsabile della politica climatica di Christian Aid, "sono stati importanti quest'anno sia in termini di perdite finanziarie ma anche di morte e di spostamenti di persone in tutto il mondo. Che si tratti di tempeste e inondazioni in alcuni dei paesi più ricchi del mondo o di siccità e ondate di calore in alcuni dei più poveri, la crisi climatica ha colpito duramente nel 2021. Sebbene sia stato bello vedere alcuni progressi compiuti al vertice della Cop26, è chiaro che il mondo non è sulla buona strada per garantire un mondo sicuro e prospero".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli