Italia markets close in 7 hours 43 minutes
  • FTSE MIB

    26.138,99
    +200,47 (+0,77%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,72 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,83 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    27.927,37
    -102,20 (-0,36%)
     
  • Petrolio

    67,51
    +1,25 (+1,89%)
     
  • BTC-EUR

    42.650,50
    -1.568,18 (-3,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.233,67
    -208,09 (-14,43%)
     
  • Oro

    1.781,10
    -2,80 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1292
    -0,0026 (-0,23%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.349,38
    -417,31 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.102,64
    +22,49 (+0,55%)
     
  • EUR/GBP

    0,8513
    -0,0037 (-0,44%)
     
  • EUR/CHF

    1,0405
    +0,0034 (+0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,4465
    -0,0063 (-0,44%)
     

Clima, Kerry: Cop26 ultima grande speranza per il mondo

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ott. (askanews) - L'inviato americano per il clima John Kerry ha affermato che il vertice sui cambiamenti climatici COP26 di Glasgow rappresenta "l'ultima, e più grande, speranza per il mondo di agire insieme".

Kerry ha spiegato alla Bbc che i Paesi chiave stanno perseguendo politiche che possono rivelarsi "molto pericolose", ricordando che se le emissioni di gas serra non saranno ridotte a sufficienza nei prossimi nove anni non ci sarà alcuna possibilità di raggiungere l'obiettivo a lungo termine di mantenere l'aumento della temperatura terrestre a 1,5°C.

Gli scienziati hanno affermato che entro la fine di questo decennio le emissioni globali di carbonio dovrebbero diminuire del 45% rispetto ai livelli del 2010. Ma a parte un breve periodo durante i lockdown per la pandemia di Covid-19, le emissioni sono tornate ad aumentare.

La Cina, il più grande emettitore di gas serra al mondo, sarà la chiave per ogni speranza di un risultato concreto alla COP26, che si svolgerà a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre. Kerry ha affermato che gli Stati Uniti spingeranno per un'azione rapida dopo quattro anni di "comportamento sconsiderato" sotto il precedente presidente Donald Trump. Gli Usa, ha aggiunto, ora andranno avanti con "umiltà e ambizione" nei negoziati globali.

"La verità è che le emissioni stanno aumentando in tutto il mondo, e i paesi chiave stanno perseguendo politiche che rasentano l'essere molto pericolose per tutti", ha insistito l'inviato Usa. "Se non si riduce abbastanza tra il 2020 e il 2030" l'emissione di gas serra, "gli scienziati dicono che non potremo raggiungere l'obiettivo che vogliamo ottenere. Non saremo in grado di mantenere l'aumento della temperatura terrestre a 1,5 gradi e non saremo in grado di raggiungere lo zero netto entro il 2050".

Kerry ha definito la Cop26 il "più grande test di cittadinanza globale" a cui si potesse pensare. "Glasgow sta arrivando in un momento in cui gli scienziati ci dicono che rimangono circa nove anni per prendere le decisioni più critiche. Queste decisioni devono iniziare sul serio e in maniera significativa a Glasgow", ha precisato.

"Dobbiamo muoverci, ne parliamo da 30 anni. Quindi questo è davvero ciò che rappresenta Glasgow, l'ultima e più grande speranza per fare ciò che gli scienziati ci dicono che dobbiamo fare, ovvero evitare le peggiori conseguenze sul clima prendendo decisioni ora e implementandole ora", ha commentato l'inviato Usa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli