Italia Markets open in 6 hrs 51 mins

Cnh, Fiom-Cgil: cambiare piano per tutela fabbriche e lavoratori

Glv

Roma, 11 ott. (askanews) - La Fiom "valuta negativamente" le informazioni ricevute da Cnh Industrial sui progetti per l'Italia e "conferma la contrarietà al piano, che a oggi dà certezza e tempistiche chiare delle ristrutturazioni e chiusure a San Mauro e Pregnana Milanese". Lo affermano i metalmeccanici della Cgil dopo la riunione con Gerrit Marx, capo della delegazione di Cnh, per un confronto sul futuro degli stabilimenti Iveco in Italia. Un incontro che "non ha chiarito quali siano gli effetti nella concretizzazione del piano presentato a New York il 3 settembre".

Il sindacato, sottolinea il segretario nazionale e responsabile automotive Michele De Palma, "conferma lo stato di agitazione in tutti gli stabilimenti e promuoverà assemblee con i lavoratori per decidere le iniziative da continuare o intraprendere per avere chiarezza dal management e cambiare il piano nelle parti che hanno ricadute negative di carattere produttivo e occupazionale".

La Fiom "ritiene fondamentale ricostruire un'iniziativa unitaria con tutte le organizzazioni sindacali coinvolgendo tutti i lavoratori del gruppo Cnh. La mobilitazione, a partire dai lavoratori di Pregnana Milanese, ha già ottenuto la convocazione dell'incontro al ministero dello sviluppo economico per il 28 ottobre. L'incontro convocato è un primo passo: chiediamo al governo di avere al tavolo l'amministratore delegato Muhlhauser per avere un confronto utile a trovare gli strumenti necessari a tutelare stabilimenti e lavoratori del nostro paese".