Italia Markets open in 4 hrs 14 mins

Coca Cola: 56 anni consecutivi di aumenti del dividendo

Paolo Crociato
 

Nella prima parte del report di oggi analizziamo nel dettaglio i flussi dei dividendi in entrata per il nostro portafoglio Top Analisti relativi al mese di agosto appena trascorso, che ha fatto registrare il nuovo record di incassi per l'anno in corso. Il risultato ha confermato il trend di crescita cedolare per il modello in atto già da diversi anni, in linea con i nostri obiettivi di produrre nel tempo una rendita passiva crescente, investendo in un ristretto gruppo di società internazionali leader, caratterizzate da lunghi track record di aumenti di utili e dividendi. La nostra analisi evidenzia un dato particolarmente importante: negli ultimi 8 anni i dividendi che abbiamo incassato per il portafoglio hanno contribuito per il 43% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. In particolare, abbiamo incassato in agosto un totale di 25 dividendi, per un controvalore pari a 5.813 dollari, portando il totale complessivo dei dividendi a 53.130 dollari percepiti negli ultimi 12 mesi (settembre 2017 - agosto 2018), in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010.

Con oltre 60 aziende internazionali leader a dividendo, negli ultimi 8 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta di +85%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento è attestato ora al 7,7% annuo calcolato sui prezzi di acquisto (yield on cost), e al 3,7% sulle attuali quotazioni di borsa. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo, sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 8 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq (Francoforte: 813516 - notizie) , Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,7% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 15,3 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E), con una raccomandazione media degli analisti e broker internazionali (Avg Broker Rating) pari a BUY (2,0) , in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Il Pay Out medio è pari allo 0,7.

Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +14,1% secondo le valutazioni medie di 13 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2.0). Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +10,4% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,7% annuo, per un totale di incremento stimato pari +14,1%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti

Vendite: nessuna

Nuovi acquisti: nessuno

Titoli caldi (interessanti per coloro che iniziano a costruire un portafoglio o per mediare i corsi su posizioni già presenti): Coca Cola (NYSE: KO - notizie) , quotata sul Nyse con simbolo KO, e codice Isin US1912161007, presente nel nostro modello Top Analisti con un controvalore pari al 2,7% del portafoglio ed un totale di 922 azioni. Segue analisi dettagliata della società.

Coca Cola - 56 anni consecutivi di aumenti del dividendo e performance record in borsa

La società di cui parliamo oggi è una di quelle aziende che non dovrebbe mancare in ogni portafoglio globale che punti a crescite superiori nel lungo termine. Dal 1956 ad oggi il titolo risulta infatti presente al terzo posto assoluto tra i titoli più performanti a Wall Street, secondo la speciale classifica redatta dal professor Jeremy Siegel della Wharton University, che raggruppa le venti società con i maggiori guadagni di borsa negli Stati Uniti. Un solo dollaro investito nel 1956 in Coca Cola vale oggi oltre 2025 dollari, con un rendimento di +14,7% annuo composto per oltre 60 anni consecutivi. Warren Buffett, considerato come uno degli investitori di maggiore successo in borsa, detiene attualmente in portafoglio 400 milioni di azioni Coca Cola, per un controvalore attuale di 17,8 miliardi di dollari ed una quota pari al 9,38% della compagnia, risultando attualmente il maggiore azionista a libro soci. Buffett considera questa società come un titolo "for ever" ovvero da mantenere per sempre in portafoglio. Acquistate dal Guru nel 1988 per un controvalore di carico pari a 1,299 miliardi, le azioni Coca Cola hanno generato un guadagno +1270% in 30 anni e producono oggi una rendita da dividendi di ben 624 milioni ogni anno con un rendimento del 48% annuo sul capitale originariamente investito!

In altre parole, un importo di 100.000 dollari investito in Coca Cola nel 1988 produce oggi 48.000 dollari annui di soli dividendi, trasformandosi in una potentissima macchina da rendita. Nonostante il lungo track record di successi, la storia di crescita per Coca Cola sta continuando e il titolo viene ritenuto dagli ancora sottovalutato alle attuali quotazioni di borsa. Secondo Morningstar, il potenziale risulta pari a +9,9% dai prezzi di chiusura di venerdì, a cui si aggiunge il dividendo del 3,5% annuo, corrisposto in rate trimestrali. In aggiunta, venerdì scorso la società ha annunciato l'intenzione di acquisire per 3,9 miliardi di sterline la catena inglese di caffetterie Costa, entrando con decisione nel ricco mercato internazionale del caffè e facendo concorrenza diretta a Starbucks (Hannover: SRB.HA - notizie) e Nestlè. Fondata nel 1971 dai fratelli Sergio e Bruno Costa, Costa è la seconda catena di caffè più grande del mondo dopo Starbucks e la più grande del Regno Unito. Dispone di 3.400 negozi distribuiti in 31 paesi, 2121 ristoranti nel Regno Unito, oltre 6.000 distributori automatici di Costa Express e altri 1280 punti vendita all'estero di cui 395 in Cina, con un volume di tostatura pari a 45.000 tonnellate di caffè in grani all'anno. Nel 2017, il Costa Coffee di Dubai è stato il primo al mondo a distribuire caffè, tramite droni, ai clienti che prendevano il sole sulle spiagge di Dubai. Con questa nuova acquisizione, Coca Cola punta ad ulteriori incrementi di utili e dividendi nei prossimi anni.

Descrizione del business: Fondata nel lontano 1886 ed oltre 60.000 dipendenti, la società è il leader mondiale nel settore delle bevande. L'azienda vende oltre 400 diversi tipi di bevande in più di 200 paesi e territori in tutto il mondo e fornisce acqua, bevande sportive, succhi di frutta, bevande a base di latticini, thè, caffè e bevande energetiche. Offre anche concentrati, sciroppi, basi per bevande, acque di fonte e acque minerali. L'azienda vende i suoi prodotti principalmente con i marchi Coca-Cola, Diet Coke, Coca-Cola Light, Coca-Cola Zero Sugar, Fanta, Sprite, Minute Maid, Georgia, Powerade, Del Valle, Schweppes, Aquarius, Minute Maid Pulpy, Dasani, Semplicemente, Glacéau Vitaminwater, Gold Peak (HKSE: 0040-OL.HK - notizie) , Fuze Tea, Glacéau Smartwater, Ice Dew, I Lohas e Ayataka. La Coca-Cola offre i suoi prodotti attraverso una vasta rete di operatori di imbottigliamento o di distribuzione di proprietà dell'azienda o controllati, nonché attraverso partner di imbottigliamento indipendenti, distributori, grossisti e dettaglianti. La società si è posta obiettivi di crescita formidabili, con un target di raddoppio dei fatturati nei prossimi anni, grazie ai forti investimenti realizzati in Cina, India ed altre importanti economie Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online