Italia markets open in 2 hours 30 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.361,30
    -390,32 (-1,36%)
     
  • EUR/USD

    1,1285
    -0,0034 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    50.776,91
    +2.262,73 (+4,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.431,53
    -23,88 (-1,64%)
     
  • HANG SENG

    23.853,11
    -227,41 (-0,94%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Coldiretti: bene opposizione Italia a menzione Ue per Prosek

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 nov. (askanews) - Quasi una bottiglia di vino italiano su sei stappate oggi all'estero, grazie a un incremento delle vendite oltre confine del 32% nel 2021. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi ai primi sette mesi dell'anno. Coldiretti esprime soddisfazione in una nota per l'opposizione ufficiale presentata dall'Italia contro il riconoscimento della menzione geografica tradizionale europea per il Prošek, trasmessa oggi all'attenzione della Commissione europea con la posizione italiana e le motivazioni tecniche. La Croazia ha ora 60 giorni di tempo per le controdeduzioni.

"E' necessario fare presto per fermare una decisione scandalosa che colpisce il vino italiano più venduto nel mondo - afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini - si tratta di un precedente pericoloso che rischia anche di indebolire la stessa Ue nei rapporti internazionali e sui negoziati per gli accordi di scambio dove occorre tutelare la denominazione prosecco dai falsi".

Il Prosek è un vino dolce da dessert tradizionalmente proveniente dalla zona meridionale della Dalmazia per il quale Zagabria chiede di registrare una "menzione tradizionale" dopo che il tentativo di proteggere la stessa denominazione era già fallito nel 2013, ricorda l'associazione.

Gli Stati Uniti sono il primo acquirente in valore di bottiglie di Prosecco con un aumento del 49% ma l'incremento maggiore delle vendite si è verificato in Russia, dove gli acquisti sono praticamente raddoppiati (+91%) mentre in Germania guadagna il 28%, seguita dalla Francia (+15%), in cui le bollicine italiane mettono a segno una significativa vittoria fuori casa, nei primi sette mesi del 2021.

L'appeal delle bollicine Made in Italy resiste anche alla Brexit dove le vendite aumentano del 5%, con la prospettiva di incrementare ulteriormente visto che il Governo ha annunciato il taglio delle tasse sul Prosecco e sui vini spumanti con un calo di circa 1,3 euro a bottiglia, che si rifletterà sui prezzi di vendita e renderà più accessibile l'acquisto del vino italiano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli