Italia Markets open in 1 hr 44 mins

Coldiretti: stop a fermo pesca, torna pesce fresco in Adriatico

Glv

Roma, 15 set. (askanews) - Domani tornano in mare i pescherecci in tutto l'Adriatico per rifornire dall'inizio della settimana i mercati, la filiera e la ristorazione di pesce fresco. È la fine, afferma Coldiretti Impresapesca, del fermo pesca che dal 15 agosto ha bloccato le attività della flotta italiana da San Benedetto nelle Marche fino a Termoli in Molise, mentre dal 9 settembre sono riprese le attività nel tratto di mare da Trieste ad Ancona e la settimana prima in quello da Bari a Manfredonia.

Via libera quindi lungo tutta la costa adriatica a fritture e grigliate a "chilometro zero" realizzate con il pescato locale e "meno rischi di ritrovarsi nel piatto, soprattutto al ristorante, prodotto congelato o straniero delle stessa specie del nazionale se non addirittura esotico e spacciato per nostrano. Un pericolo favorito dal fatto che in Italia quattro pesci su cinque consumati nei territori interessati dal blocco vengono dall'estero".

Se in Adriatico si torna a pescare, aggiunge Coldiretti Impresapesca, "si estende invece lo stop per un mese a tutto il Tirreno, con l'avvio del fermo nel tratto da Civitavecchia nel Lazio, lungo tutta la costa della Toscana e quella della Liguria, fino a Imperia, dopo che lunedì 9 settembre si erano interrotte le attività sulla costa da Brindisi a Roma. La novità di quest'anno è che in aggiunta ai periodi di fermo fissati i pescherecci dovranno effettuare ulteriori giorni di blocco che vanno da 7 a 17 giorni, a seconda dalla zona di pesca cui sono iscritti".